Allianz: FISAConTE n.2 – Luglio 2020


Il 13 e 14 luglio a Roma presso il Centro Congressi Frentani si è svolta in presenza l’Assemblea Generale della FISAC CGIL Nazionale. Il primo momento di assise di persona della nostra categoria si è tenuto nel rigoroso rispetto delle norme anticontagio. Ringraziamo sin da subito Michele che ha svolto il compito di sanificare ogni volta la postazione dedicata agli interventi, che sono stati circa 50.

Ai lavori ha partecipato il nostro SEGRETARIO GENERALE CGIL MAURIZIO LANDINI, che ha prestato grande attenzione alla categoria e  al quale vanno i nostri ringraziamenti (non  si è perso neppure un intervento… quando si dice “resistenza”…). In rappresentanza del Gruppo Allianz all’Assemblea Generale erano presenti Barbara Piancatelli, Daniele Sampaolo, Giuliano Farci.

Nel  corso  dei  lavori  è  intervenuta Barbara che si  è concentrata su alcuni concetti che brevemente riportiamo:

  • Ipotesi di scenari futuri post covid nelle aziende del comparto Assicurativo (e non solo), a partire dall’attivazione delle Crisis Unit e delle Business Continuity, dal concetto di resilienza organizzativa e di come tutto questo potrebbe impattare sulla categoria anche in termini di occupazione.
  • Un focus sullo smart working del Gruppo Allianz.
  • Un particolare accento sulla complessità e relativa frammentazione della filiera assicurativa auspicando, per fare sistema e per avere tutte e tutti la stessa dignità e gli stessi diritti, un contratto unico di categoria per il settore che ricomprenda anche l’appalto, il primo canale distributivo, pesantemente penalizzato per l’esistenza anche di un contratto pirata firmato da cosiddetti sindacati gialli che consente agli agenti di fare dumping sulla pelle dei lavoratori e delle lavoratrici.

Al termine della prima giornata il centro regolatore nazionale ha proposto Nino Baseotto come futuro Segretario Generale della FISAC CGIL, in sostituzione di Giuliano Calcagni che assumerà nuovi incarichi in CGIL e al quale formuliamo in nostri auguri.

Questo l’esito della votazione: 238 aventi diritto, 201 votanti, favorevoli 176, contrari 20, astenuti 5.

Nella propria relazione programmatica, il neo Segretario Generale ha indicato alcuni punti fondamentali da affrontare e svolgere al meglio nel corso del proprio mandato, fra i quali possiamo citare:

  • Il forte coinvolgimento della FISAC CGIL nello sviluppo di azioni confederali per un corretto piano sociale ed economico di ripartenza nazionale, partendo dal ruolo pubblico fondamentale che il nostro settore svolge in questi ambiti.
  • Il confronto in tempi brevi per la stesura di una adeguata piattaforma rivendicativa per avviare la trattativa di rinnovo del Contratto Nazionale ANIA, scaduto il 31.12.2019, valorizzando le competenze di tutte e tutti.
  • Un’attenzione  particolare  al  Mezzogiorno  e  alle  sue peculiarità.
  • Il superamento delle criticità legate alla presenza di due contrapposti CCNL per le dipendenti ed i dipendenti della Agenzie di Assicurazione.

Diamo il benvenuto a Nino Baseotto e come augurio, a lui e a tutte e tutti noi, dedichiamo una frase tratta dal libro I Malavoglia di Giovanni Verga: “Per menare il remo bisogna che le cinque dita della mano si aiutino l’un l’altro”.

Segreteria di Coordinamento Fisac Cgil-Gruppo Allianz Italia


Nino Baseotto inizia a collaborare con la CGIL milanese nel 1976, in qualità di segretario cittadino della Lega per i diritti e la liberazione dei popoli (già Tribunale  Russell).   Nel   1989  diventa   segretario

generale della Filcams di Milano e Lombardia. Nel 1996 viene eletto nella segreteria della Camera del lavoro metropolitana di Milano, con l’incarico di responsabile dell’organizzazione. A ottobre del 1997 è eletto segretario generale della Camera del lavoro Ticino Olona. Nel 2000 viene chiamato a far parte della segreteria confederale della CGIL Lombardia, con l’incarico di responsabile per le politiche organizzative. Nel 2008 diventa segretario generale della CGIL Lombardia. Nel 2014 viene eletto nella segreteria nazionale della CGIL con delega alle politiche organizzative.


Scarica il PDF


 

Back to top button