Proposta di lettura: perché è la donna a scegliere se interrompere una gravidanza

Lei non è mai stato incinta” risponde Jen Psaki, portavoce della Casa Bianca, ad un giornalista che contestava le posizioni del cattolico presidente Biden contro la legge del Texas, che vieta l’interruzione volontaria di gravidanza dopo sei settimane.
Lei non ha mai aspettato un bambino e non ha mai dovuto fare certe scelte, le donne sì” perciò deve essere tutelato il loro diritto di accesso ad aborti sicuri e legali e quindi l’amministrazione Biden promuove una causa contro lo Stato del Texas.
Questa la nostra proposta di lettura per il fine settimana, a cura di Rachele Berto – Coordinatrice Donne Fisac Veneto – che ringraziamo.
“Le donne devono continuamente spiegare, anche a gran voce, il motivo per cui tocchi a loro decidere se interrompere o meno una gravidanza.
E’ quanto accaduto alcuni giorni fa anche a Jen Psaki, portavoce della Casa Bianca, nel corso di una  conferenza stampa, nel momento in cui un giornalista le ha chiesto perché il Presidente Biden, di fede cristiana, sostenesse l’aborto.
Il tutto a pochi giorni di distanza dal voto di una legge nello stato del Texas che impedisce alle donne l’interruzione di gravidanza una volta trascorse sole sei settimane e che non permette eccezioni nemmeno in caso di stupro o di incesto.
I diritti acquisiti in passato dalle donne sono sotto costante attacco soprattutto dalla politica sovranista di destra oggi largamente diffusa in Italia, così come in Europa, ma anche nel resto del mondo,  he evidentemente ne ha molta paura e cerca così di relegare di nuovo le donne nel ruolo di angeli del focolare”.
Back to top button