Banco BPM Toscana: speciale RLS, se la tua sicurezza viene prima del resto…

CHI È IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA?

Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza o RLS ha il compito di rappresentare e tutelare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e sicurezza durante il lavoro.

È eletto o designato dai lavoratori tra i rappresentanti sindacali in azienda.
Nell’ambito territoriale Toscano per Banco Bpm, i RLS sono 3.

La funzione dei RLS non può essere confusa con quelle del Preposto, il quale, opportunamente formato dall’azienda, è chiamato a svolgere un ruolo di sorveglianza circa il rispetto delle norme oltre che di vigilanza sulla salute e sicurezza dei dipendenti del proprio nucleo lavorativo.

Leggi l'art. 19 T.U. DLG 81/08.

Art. 19. Obblighi del preposto

1. In riferimento alle attivita’ indicate all’articolo 3, i preposti, secondo le loro attribuzioni e competenze, devono:

a) sovrintendere e vigilare sulla osservanza da parte dei singoli lavoratori dei loro obblighi di legge, nonche’ delle disposizioni aziendali in materia di salute e sicurezza sul lavoro e di uso dei mezzi di protezione collettivi e dei dispositivi di protezione individuale messi a loro disposizione e, in caso di persistenza della inosservanza, informare i loro superiori diretti;

b) verificare affinche’ soltanto i lavoratori che hanno ricevuto adeguate istruzioni accedano alle zone che li espongono ad un rischio grave e specifico;

c) richiedere l’osservanza delle misure per il controllo delle situazioni di rischio in caso di emergenza e dare istruzioni affinche’ i lavoratori, in caso di pericolo grave, immediato e inevitabile, abbandonino il posto di lavoro o la zona pericolosa;

d) informare il piu’ presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prese o da prendere in materia di protezione;

e) astenersi, salvo eccezioni debitamente motivate, dal richiedere ai lavoratori di riprendere la loro attivita’ in una situazione di lavoro in cui persiste un pericolo grave ed immediato;

f) segnalare tempestivamente al datore di lavoro o al dirigente sia le deficienze dei mezzi e delle attrezzature di lavoro e dei dispositivi di protezione individuale, sia ogni altra condizione di pericolo che si verifichi durante il lavoro, delle quali venga a conoscenza sulla base della formazione ricevuta;

g) frequentare appositi corsi di formazione secondo quanto previsto dall’articolo 37.

QUANDO CONTATTARE IL RLS?

Ogni qualvolta si abbia la sensazione che ci possano essere potenziali rischi/pericoli per i lavoratori, qualora l’intervento del Preposto nel segnalare tempestivamente al datore di lavoro deficienze o condizioni di pericolo, sia risultato vano o non abbia risolto il problema.

Può inoltre essere contattato nel caso in cui si possa ritenere di migliorare le
condizioni lavorative in ambito di salute e sicurezza.

I riferimenti, presenti nella rubrica aziendale, per un più agile accesso sono:

  • Riccardo Ascani • rascani.ra@gmail.com • 338 8056629
  • Patrizia Pieri • pa.pieri06@gmail.com • 335 8156807
  • Claudio Merli • claudiomerli73@gmail.com • 347 7202638
Back to top button