Banco BPM: aggiornamento sulle trattative in corso

3 - Fisac Cgil

Nelle giornate del 6 e 7 ottobre 22 abbiamo incontrato l’Azienda. Oltre alle richieste avanzate sul VAP 2021 (per cui si veda il volantino dedicato), si è parlato dei seguenti argomenti:

Assunzioni 2021

Continua il monitoraggio per arrivare alle 450 nuove assunzioni previste dagli Accordi Sindacali entro fine anno. Il dato fornito riporta 212 assunzioni fino ad oggi. Abbiamo stigmatizzato i ritardi negli inserimenti dei neoassunti e continueremo a monitorare l’andamento fino al raggiungimento dell’obiettivo.

Dimissioni

L’Azienda dichiara che da inizio anno nel Gruppo ci sono state 102 dimissioni (72 in Rete e 30 in Sede). Abbiamo chiesto un approfondimento su questi dati che, a nostro avviso, meritano di essere attentamente valutati in quanto portano a ulteriori carenze di personale.

Pausa Pranzo Breve in Rete

Al momento molti colleghi fruiscono di questa opportunità. Il provvedimento risulta quindi molto apprezzato. L’azienda conferma, senza infingimenti, la volontà di mantenere le attuali previsioni anche oltre la fine dell’emergenza sanitaria.

Restano da sciogliere i nodi riguardo le norme di sicurezza sul permanere nei locali durante la pausa pranzo e le esigenze operative in caso di riapertura delle casse al pomeriggio.

Abbiamo chiesto venga fatta chiarezza sulle modalità ed i criteri di applicazione delle richieste per evitare sperequazioni tra colleghi.

Green Pass e ESG (Environmental, Social and Governance)

Lunedì 11 ottobre ci incontreremo con il Condirettore Generale dott. Poloni per parlare delle modalità di attuazione della normativa nazionale sul Green Pass nella nostra azienda. Nella stessa seduta, verranno illustrati i dettagli dei progetti in ambito ESG del Gruppo.

Comunicazioni Fondo di Solidarietà

La prossima settimana sarà inviata conferma scritta ai colleghi in uscita al 31/12/2022 e a coloro che avevano la domanda in sospeso per altri fattori (es. riscatto laurea…).

Portafogliazione Gestori

Abbiamo chiesto delucidazioni sulle segnalazioni di accorpamento di molti portafogli clienti assegnati ai Gestori con conseguente aggravio dei carichi di lavoro. Sul punto, l’azienda riferisce di non riscontrare anomalie e chiede di evidenziare i casi critici per poter verificare eventuali dimensionamenti eccessivi.

Milano, 7 ottobre 2021

Coordinamenti Gruppo Banco BPM
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL UILCA UNISIN

Back to top button