Banco BPM: Premio Aziendale 2021, l’azienda non tratta

3 - Fisac Cgil

Comunicato Stampa

  • Utile netto in crescita a € 472 milioni (+79,8%); Utile Netto
  • Risultato della gestione operativa pari a € 1.533 milioni (+20,8% A/A) a conferma del trend positivo sui ricavi e sul contenimento dei costi registrato negli ultimi trimestri
  • Il Cost/Income al 55,2% rispetto al 59,1% di fine settembre 2020

Dobbiamo essere chiari:

Se il nostro Gruppo è riuscito a presentare in pompa magna, al mercato e agli analisti, gli ottimi risultati al 30.09.2021 nonostante le mille difficoltà del periodo, è grazie alla professionalità e alla dedizione delle lavoratrici e dei lavoratori.

Per questo, non possiamo ritenere accettabile l’atteggiamento dell’azienda che, mentre nelle manifestazioni pubbliche elargisce a piene mani complimenti e pacche sulle spalle, con i fatti non intende riconoscere adeguatamente l’impegno dei suoi oltre 20.000 dipendenti distribuendo una loro quota di quei risultati che essi stessi hanno contribuito a raggiungere, giorno dopo giorno.

Ma non preoccupatevi: Questi soldi non saranno accantonati, verranno utilizzati per pagare le Stock Option ai soliti noti!

Inoltre, l’ostinazione dell’Azienda nel tenere bloccata la trattativa e nel non entrare nel merito del riconoscimento del giusto Premio Aziendale 2021, sta mettendo a rischio anche la fruizione delle agevolazioni fiscali ad esso collegate, della quale – se dovesse accadere – l’azienda stessa sarà senza dubbio l’unica responsabile.

Dopo l’incontro di oggi non ravvisiamo ulteriori margini di trattativa con questa controparte, per questo convocheremo prossimamente le ASSEMBLEE DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DEL GRUPPO BANCO BPM per illustrare nel dettaglio la situazione attuale e valutare insieme eventuali ulteriori azioni.

ADESSO, PAROLA AI LAVORATORI!

Milano, 2 dicembre 2021

Coordinamenti Gruppo Banco BPM
FABI FIRST/CISL FISAC/CGIL UILCA UNISIN

Back to top button