Oplà n°22 – Nuove conquiste


NUOVO MODELLO OP: Il Leone e Ottaviano Pino, il cacciatore


Torna all’indice

C’era una volta un cacciatore che teneva un leone nel giardino.
Mi direte: un leone come animale da Compagnia?!
Più o meno, fatto sta che faceva la guardia con buoni risultati, era un vanto per il nostro Pino, anche se, come potete immaginare, il leone Marco, (questo il suo nome) era un tipo molto esigente in quanto a pasti.

Pino, quale cacciatore molto esperto ed abile tutte le settimane cacciava 5 lepri, 2 cervi e 1 fagiano, e di tanto in tanto un cinghialino.
Un vero cecchino col fucile non aveva rivali nella mira tanto da uccidere anche un cinghiale alla distanza di 200 metri.

Un giorno Marco, il leone, si rivolse a Pino con queste parole: “caro amico Pino, non mi basta più la carne che mi lasci nel giardino ogni settimana..
Io voglio essere il leone più possente e forte della giungla, e poi, Ginevra, la mia leonessa preferita, l’altra sera, mi ha detto di essere preoccupata per me, perché mi vede dimagrito.. ”

Allora capirai il perché io sia costretto a chiederti un piccolo sforzo: portami gentilmente almeno una lepre e 1 cervo o un maiale selvatico, in più a settimana, mi fido di te, so che sei bravo e ci tieni alla mia maestosità e eleganza quando sono al club.

Pino sapeva che la richiesta era audace, al limite dell’impossibile, tutt’ al più pensò, io e la mia famigliola rinunceremo ad un cervo o ad un altro animale per soddisfare Marco.
E poi trarremo le proteine dalle uova delle galline di mia moglie.
La moglie di Pino, infatti, la signora Paola, custodiva un meraviglioso pollaio per arrotondare, una ventina di galline ovaiole tenute in una grande gabbia di acciaio affinché non tentassero Marco, anche solo per uno spuntino o per merenda..

La strana convivenza tra il felino e Pino si fece più dura quando arrivo’ una tremenda carestia, gli animali nel bosco erano pochi e sempre più contadini dovevano tentare di farsi cacciatori perché una epocale siccità si era abbattuta in quelle zone…

(Fine della parte I)

Ottaviano Corrado

Pagina precedente 1 2 3 4 5Pagina successiva
Back to top button