EMILIA ROMAGNA: PASTASCIUTTA ANTIFASCISTA

Il 25 luglio 1943 Mussolini è stato privato dei suoi poteri per i tanti lutti e crimini morali e materiali arrecati al nostro Paese.
I fratelli Cervi, prima di essere trucidati, decisero che quello era un evento che si doveva festeggiare.
Ancora oggi il fascismo continua a colpire la democrazia attaccando in particolar modo la CGIL come dimostrano le immagini degli attacchi fascisti  in Emilia Romagna.
Dalla casa dei fratelli Cervi la tradizione della pastasciutta si è diffusa un pò dappertutto, per partecipare basta consultare il sito della Rete delle pastasciutte

Back to top button