Comunicazione sui fatti avvenuti in Brasile

Care compagne e cari compagni,

come sapete, nella tarda serata di ieri, un gravissimo attacco alle istituzioni democratiche brasiliane è stato portato avanti da gruppi di terroristi ispirati dall’ex Presidente Jair Bolsonaro.

Insieme a CISL e UIL abbiamo rilasciato il comunicato stampa che trovate in allegato, inviato una lettera unitaria all’Ambasciatore brasiliano in Italia stiamo predisponendo un sit in alle ore 16 di oggi 9 gennaio in Piazza di Pasquino nelle prossimità dell’Ambasciata brasiliana in Italia.

Invitiamo le compagne e compagni a Roma alla massima partecipazione.

CGIL CISL UIL di fronte alle immagini dell’attacco di ieri, 8 gennaio, alle sedi istituzionali brasiliane, esprimono tutta la loro piena solidarietà e vicinanza al Presidente Lula, alle organizzazioni sindacali ed ai movimenti popolari brasiliani che rappresentano il volto democratico e civile del Brasile.

Quanto accaduto a Brasilia è l’epilogo di una campagna di delegittimazione del voto popolare portata avanti dall’ex Presidente Jair Bolsonaro che ancora oggi non ha riconosciuto il risultato delle elezioni che hanno portato alla vittoria di Lula, fomentando in questo modo tensioni e lacerazioni nella popolazione brasiliana. Un atto moralmente deprecabile in un paese che vuole essere democratico. Le elezioni libere e democratiche avrebbero dovuto segnare un momento di svolta in Brasile dopo anni di false accuse di corruzione contro il Presidente eletto e tentativi di destabilizzare la società brasiliana creando fratture e incitando alla violenza.

Una strategia fascista, che ha per primo nemico le Istituzioni democratiche, le libertà ed i diritti, studiata per imporre regimi repressivi, antisindacali, contro i diritti sociali e civili, per sfruttare uomini, donne e l’ambiente in funzione del solo profitto.

CGIL CISL UIL nel condannare con fermezza questa cultura della violenza e dell’odio politico per manifestare il proprio dissenso , confermano il loro impegno e l’azione coordinata con i sindacati democratici ed indipendenti a livello internazionale per contrastare questa nuova ondata di aggressione alla democrazia ed alle libertà faticosamente conquistate in tanti paesi che oggi, purtroppo, vivono tentativi di restaurazione di regimi totalitari.

CGIL CISL e UIL continueranno a manifestare a fianco di chi difende la democrazia, a fianco delle forze democratiche brasiliane, a fianco di chi si batte nel mondo contro la violenza, l’odio ed il razzismo.

leggi anche: Comunicato CUT Brasil (ITA / BRA)

Back to top button