Mps: Prospettive strategiche???

By: Adriana Abbrescia – All Rights Reserved

L’Azienda ci ha comunicato che l’incontro inizialmente previsto per il 31 maggio 2013 e riguardante le “prospettive strategiche” è stato posticipato al 20 giugno. Ricordiamo che tale incontro è stato richiesto  della nostra sigla, come previsto dall’art.12 del CCNL.

È evidente la non casualità  di tale spostamento  che al contrario  sembra legato al fatto che nei prossimi giorni (17 giugno) siano attese decisioni in merito al nuovo piano di ristrutturazione che, come riportato dalla stampa, potrebbe essere necessario in base alle indicazioni UE.

Entro il 10 giugno dovrebbero inoltre essere comunicate, sempre stando a notizie di stampa, le eventuali manifestazioni di interesse  relative all’esternalizzazione  del back office.
A tal proposito, nel ribadire la nostra posizione contraria alle esternalizzazioni e alla cancellazione della Contrattazione Integrativa non possiamo che definire assurda la pretesa aziendale di procedere all’attuazione di alcuni progetti, a proposito dei  quali tra l’altro abbiamo presentato controproposte persino più efficaci a livello di contenimento dei costi, senza aver ancora chiarito la necessità o meno di un nuovo piano di ristrutturazione.

A livello di Prospettive Strategiche l’Azienda deve fornire una adeguata informativa relativamente a:

• taglio del costo del personale;

• revisioni organizzative intervenute, innovazione di prodotti, qualità del servizio offerto, quote di mercato conquistate o perse;

• applicazione degli accordi e verifica di eventuali ricadute o comunque di quanto realizzato;

• stato di avanzamento dei progetti riguardanti tutte le Società del Gruppo.

  Dovranno inoltre essere forniti dati relativi a:

• lavoratori in servizio;

• assunzioni;

• trasferimenti;

• part-time;

• distribuzione e sportelli;

• modalità di applicazione di alcune materie quali formazione, orari di lavoro, sviluppo professionale, valutazione del personale, sistema incentivante. 

Per una verifica il più attenta e corretta possibile di quanto previsto dal Piano Industriale, l’Azienda dovrebbe fornire tali dati aggiornati al 31 maggio, tenendo così conto anche delle ultime uscite per adesione al Fondo.

Riteniamo inoltre fondamentale e doveroso, anche se non oggetto esplicito dell’art.12 del CCNL, che l’Azienda fornisca alle OO.SS. il dato relativo alle erogazioni fisse e variabili riguardanti il Top Management,  retribuzioni che come abbiamo più volte sottolineato vanno drasticamente ridotte.  È un obbligo morale nei confronti delle migliaia di Lavoratori che stanno sopportando, da mesi,  tanti sacrifici. 

Siena, 30 maggio 2013                                             LA SEGRETERIA

Back to top button