Rsa Viterbo: L’alveare

By: Alfredo Marson – All Rights Reserved
Data 31.07.2112. Il pianeta terra è ormai stremato. L’inquinamento causato dall’uomo ha determinato il collasso dell’ecosistema.
Anche le api hanno i loro problemi. Tutte tranne due: l’ape Regina e l’ape Superiore, quella che sorveglia l’operato dei diversi alveari della zona.
Le due api sembrano non accorgersi che fuori dell’alveare c’è disperazione e miseria. Gli altri insetti, e più in generale tutti gli altri animali, cercano di aggredire tutto ciò che capita loro a tiro pur di sopravvivere.
Ma le due api vanno avanti per la loro strada e soprattutto continuano a disquisire su cosa si possa fare per risolvere il problema principale dell’alveare: la scarsa produzione di miele.
L’ape Regina allora ha una idea brillante. Inizia a chiamare una ad una tutte le api operaie e a ciascuna di esse chiede conto dell’operato delle altre. Ogni ape si sorprende del comportamento della Regina. Proprio lei che dovrebbe dare l’esempio? Proprio lei che è al di sopra di tutte? Forse non sa che ogni ape operaia ha un compito e che ogni mattoncino serve per arrivare alla produzione del miele?
Le api operaie rispondono tutte che il motivo della mancanza di miele non è da ricercare dentro all’alveare, ma fuori. Il mondo ormai non ha più fiori! Pochi sono i prati fioriti e solo le più abili riescono ad averne accesso. Solo le api virtuose vi riescono. Quelle che provengono da alveari in cui la Regina ed il Supervisore si fidano delle operaie e le guidano con sicurezza, lealtà e competenza … molto spesso caricandosi e sporcandosi di polline molto più delle operaie. Purtroppo di Regine e Supervisori di siffatta eleganza, trasparenza, lealtà e correttezza se ne contano veramente poche al mondo.
A questo punto il Supervisore, considerato che la regina non riesce a risolvere il problema dell’alveare, ha una idea geniale. Chiama una ad una tutte le api operaie e a ciascuna di esse chiede conto dell’operato delle altre.
Ma come? Di nuovo? Eppure questa è l’ape che dovrebbe guidare le Regine … com’è possibile?
Ancora una volte le operaie rispondono una ad una, ed ancora una volta tutte esprimono lo stesso pensiero: il problema è la mancanza del polline.
In fondo le operaie è da una vita che fanno il miele e sanno bene di cosa parlano.
L’alveare dopo qualche mese scomparve. Delle api operaie non si è avuta notizia ma delle due “importanti” api si.
Sono state trovate da sole in un altro alveare a chiedersi conto del proprio operato l’una con l’altra … mentre fuori il mondo bruciava.
Viterbo, 31 luglio 2013 La segreteria

Back to top button