Rsa Roma e Provincia: Noi non abbiamo paura

By: carlo cavalletti – All Rights Reserved

No, non ci siamo fatti intimidire, eravamo centinaia all’assemblea di giovedì scorso indetta dalla Fisac di Roma, eravamo tantissimi alla manifestazione di sabato a Siena per urlare a tutti la nostra rabbia!

E saremo tantissimi a partecipare allo sciopero di venerdì prossimo perché vogliamo dimostrare all’azienda che siamo contrari ad un (NON) piano di (NON) rilancio di questa banca che non coinvolga i lavoratori, la loro professionalità, il loro spirito di appartenenza e sacrificio!

Perché nessun rilancio sarà possibile senza tener conto di questo patrimonio, e lo stanno dimostrando i fatti: dopo due anni di nuova gestione un risultato ordinario ancora in passivo, il prezzo del titolo in caduta libera, un piano industriale completamente da rifare dopo pochi mesi! E questi sarebbero i manager che ci devono risollevare!

 

Lavoratrici e lavoratori della piazza di Roma, quella del 27 settembre e’ una data fondamentale per il nostro futuro.

Non è vero che tutto e’ deciso: se sciopereremo compatti, se costringeremo la banca a chiudere le agenzie, se lasceremo vuoti gli uffici, se non ci faremo intimorire da questo pessimo clima che respiriamo tutti i giorni, dimostreremo che non siamo disposti ad abbassare la testa e daremo forza all’unica sigla sindacale che si sta opponendo al massacro dei lavoratori! Tutto ciò alla vigilia di un nuovo piano industriale che, senza il nostro coinvolgimento, rischia di essere ancora più drammatico, oltre che inutile, come dimostrato dall’accordo di dicembre firmato dall’azienda con le altre sigle sindacali!

 

Ricordiamo a tutti che lo sciopero e’ un diritto inalienabile garantito dalla Costituzione e che è espressamente vietata ogni forma di pressione atta a condizionare il libero esercizio di tale diritto soggettivo in capo al lavoratore.

 

Ricordiamo anche che la comunicazione della volontà di scioperare non va comunicata preventivamente, a meno che non si ricoprano ruoli che prevedano passaggi di responsabilità, tipo consegna delle chiavi.

 

Vi invitiamo a segnalarci immediatamente qualsiasi comportamento messo in atto da responsabili a qualsiasi livello che tenda a condizionare i lavoratori nell’esercizio del diritto di sciopero, perché in caso di violazione di queste norme il sindacato procederà immediatamente a tutelare i lavoratori nelle sedi competenti!!

LA BANCA SIAMO NOI, dimostriamo ancora una volta a tutti che senza i lavoratori non si va da nessuna parte!!!!

 

Roma 24 settembre 2013                                                       La segreteria RSA di Roma e Provincia

Back to top button