Bologna – Unicredit: ecco come tengono basse le percentuali di sciopero

Non avremmo mai immaginato che potesse succedere quanto sta accadendo in questa settimana. L’HRBP Dell’Area Commerciale di Bologna Provincia sta girando tra i colleghi comunicando loro che vedranno cancellarsi l’assenza per sciopero che sarà sostituita da una giornata di ferie, ripristinando, a suo dire, la situazione antecedente. I casi concreti, dei quali abbiamo già le prove scritte e documentate, riguardano colleghi che avevano programmato ferie per il giorno dello sciopero e che erano riusciti a farselo riprogrammare potendo risultare così per il 31 ottobre in sciopero. E’ già un abuso il rifiuto di riprogrammare il periodo di ferie se coincidente con un giorno di sciopero perché ciò costituisce limitazione di un diritto costituzionale. E’ ancor più inaccettabile lo spostamento successivo all’effettuazione dello sciopero. Speriamo si tratti di un malinteso, che l’Hr in questione abbia fatto più di quello che gli era stato richiesto e non invece che queste siano state le disposizioni della Direzione. Invitiamo tutti i colleghi ad informarci prontamente su tutto quello che può essere inteso come pressione più o meno velata a non aderire agli scioperi o tutte quelle attività messe in atto per tentare di vanificare lo sciopero. Come per esempio le riunioni tenute in alcune Direzioni di Area Commerciale con Capi Distretto e vice Capi Distretto dove i Capi-Area hanno preso posizione contro lo sciopero e questo in prossimità di movimenti che interessano questi ruoli non può che essere stato percepito come velata minaccia. Vorremmo ricordare a chi si è prodigato per far fallire lo sciopero, che chi ha scioperato lo ha fatto per tutelare se stesso e tutti gli altri, anche quelli che credono di essere altra cosa dai colleghi. Diffidiamo, pertanto, l’Azienda a compiere qualsiasi attività di questo tipo e pretendiamo immediatamente il ripristino dell’assenza per sciopero per i colleghi  ai quali è stata cancellata (ricordando che abbiamo le prove delle videate), riservandoci di intraprendere ogni iniziativa in nostro potere per ripristinare in questa Azienda il diritto a scioperare, ad avere idee proprie, a lavorare in un clima sereno e non di minacce. Oltretutto, questo comportamento , dopo che i dati sullo sciopero sono stati diffusi non ha alcun senso ed è utile solo a cagionare un danno economico alla Banca. Invitiamo, comunque, tutti i colleghi che avevano riprogrammato le ferie a salvare la loro posizione con l’assenza per sciopero in modo da mantenere sotto controllo la situazione e rendersi conto del cambiamento d’iniziativa aziendale.
Bologna 14/11/13
RSA Bologna di: Dircredito – Fabi – Fiba/Cisl – Fisac/Cgil –Uilca/Uil

SCARICA IL VOLANTINO CANCELLAZIONE ASSENZA PER SCIOPERO

 

Back to top button