Mps: Ristrutturazione PMI

 

By: MAGRALBA Group – All Rights Reserved

Nella giornata di ieri l’Azienda ci ha convocato per una informativa sul progetto PMI, comunicandoci che presumibilmente nella prossima settimana, e comunque entro il mese, inizierà la sperimentazione del progetto.

L’area dove sono ubicate le DTM del progetto pilota, che avrà una durata di due mesi, è l’Area Territoriale Lombardia Sud e Emilia Romagna; le DTM interessate saranno due, quelle di Reggio Emilia e Modena.

Dopo aver ripreso ed illustrato i principi contenuti anche nella lettera di procedura (inviata già a novembre scorso e riportata in allegato), è stato evidenziato dall’Azienda come la suddetta sperimentazione abbia un ruolo rilevante nell’assestamento del progetto stesso, il quale tenderà ad una forte specializzazione, nonché ad un’attenzione particolare verso aziende che, indipendentemente dal loro fatturato, se collegate tra loro a livello di filiere e di settori saranno seguite dagli stessi team.

Per consolidare il legame tra Banca e Impresa, e per affinare la conoscenza dei settori, si potranno istituire in accordo con le imprese veri e propri stage nelle aziende di produzione.

L’Azienda ha dichiarato di aver scelto le DTM interessate dalla sperimentazione per la forte caratterizzazione industriale dei territori nei quali operano. Abbiamo evidenziato come nell’Area in oggetto il clima di pressioni commerciali sia tra i più pesanti, e che quindi occorre innanzitutto che l’Azienda si attivi affinché siano realmente coinvolti i Lavoratori e le Organizzazioni Sindacali per un’effettiva condivisione del percorso di sperimentazione.

L’altra novità rilevante, già inserita nella lettera della procedura, è l’introduzione dell’Analista specialistico del Credito, ovvero una figura professionale che, secondo l’Azienda, all’interno di ogni Centro PMI dovrà garantire la qualità delle pratiche e la coerenza con gli indirizzi di politica creditizia della Banca. Abbiamo messo in evidenza che il rischio è quello di concentrare le professionalità del credito su una sola figura, indirizzando sugli altri addetti l’iniziativa commerciale. Importante quindi sarà, come più volte da noi indicato e purtroppo spesso disatteso dall’Azienda, mantenere alta la professionalità dei colleghi implementandola con un’adeguata formazione.

La procedura quindi entrerà nel vivo solo dopo la sperimentazione, dalla quale, per stessa ammissione dell’Azienda, si dovranno trarre indicazioni importanti sulla futura organizzazione dei Centri PMI; sarà quindi fondamentale seguire con attenzione i risultati e solo alla fine della stessa e con dati certi si potrà realmente affrontare e capire il tema delle ricadute sul personale.

 

 

Siena, 17 gennaio 2014 LA SEGRETERIA FISAC-CGIL MPS

Back to top button