Welfare e lavoro Due parole per l’Europa del futuro

RadioArticolo1 analizza il sentimento ambivalente tra “l’Europa lontana dai cittadini” e “l’Europa che dovrebbe essere”.
Venerdì 31 gennaio alle ore 10.30, presso il Palazzo delle Stelline di Milano, confronto tra Susanna Camusso, segretario generale Cgil, Silvano Andriani, presidente del CeSPI, Cristina Tajani, assessore al Lavoro del Comune di Milano e Maurizio Ferrera, facoltà di Scienze politiche economiche e sociali Università degli Studi di Milano a partire dalla ricerca di Tecné su “Gli italiani e l’Europa”. In diretta streaming audio video su RadioArticolo1

Il 64,6% dei cittadini italiani ritiene che l’Unione Europea non offra nuove opportunità di lavoro e addirittura il 74,8% che non rappresenti un’opportunità di sviluppo per le imprese. Dati forti su un’Europa che divide ma dove, nonostante tutto, il 69% degli intervistati desidera rimanere.

Venerdì 31 gennaio alle ore 10.30, presso il Palazzo delle Stelline di Milano, Corso Magenta 59, ufficio di informazione del Parlamento europeo, RadioArticolo1 propone un momento di incontro e confronto proprio sui temi “Welfare e lavoro. Due parole per l’Europa del futuro”.

Nell’occasione sarà presentato lo studio, realizzato dall’Istituto Tecnè, “Gli italiani e l’Europa” e che sarà introdotto dal presidente Carlo Buttaroni.

Dati significativi su cui si incentrerà il confronto tra Susanna Camusso, segretario generale Cgil, Silvano Andriani, presidente del CeSPI, Cristina Tajani, assessore al Lavoro del Comune di Milano e Maurizio Ferrera, facoltà di Scienze politiche economiche e sociali Università degli Studi di Milano.

L’evento sarà coordinato da Rinaldo Gianola, vicedirettore de l’Unità

Nel corso dell’iniziativa che sarà possibile seguire in diretta in streaming audiovideo su www.radioarticolo1.it verrà proposta un’intervista rilasciata a RadioArticolo1 da Martin Schulz, presidente del Parlamento Europeo.

Back to top button