Mps: Programma di rimborso spese mediche

 

By: Giancarlo Laffranchi – All Rights Reserved

Nella giornata di ieri si è tenuto l’incontro con l’Azienda relativo al riparto dei rimborsi per le spese mediche.

Anche per il 2013 si è registrato un equilibrio nel rapporto sinistri/premi che ha permesso la liquidazione totale del riparto del “Fondo Base” del programma rimborso spese mediche (PRSM).

Per quanto riguarda, invece, il Fondo per le cure dentarie, nel 2013 l’importo delle richieste, così come ogni anno, è risultato superiore alla capienza del Fondo stesso, ma in maniera più consistente. Perciò la percentuale del rimborso è minore dell’anno precedente e si attesterà mediamente intorno al 51% (al netto della somma di 96 € – che, come descritto nella circolare aziendale D1557, verrà rimborsata per intero – ed entro il massimale di 800 € per nucleo assistito).

Sia gli importi del riparto che delle spese dentarie verranno accreditati presumibilmente entro la fine del mese di marzo.

Ricordiamo che per presentare le richieste di rimborso è necessario applicare la marca da bollo sulle fatture/ricevute per importi superiori a 77,47 €, per essere in regola con le attuali disposizioni legislative.

L’Azienda ci ha inoltre comunicato che, oltre ai miglioramenti per alcune cure sanitarie già inseriti nel disciplinare PRSM 2014 (massimale su parto fisiologico e su malattie oncologiche, ed estensione prestazioni per psicoterapia in particolare per l’età evolutiva) sono state ulteriormente estese le prestazioni per quanto riguarda la medicina preventiva, senza ulteriore esborso. Sarà così possibile, con modalità retroattiva a partire del 1° gennaio 2014, effettuare le/i seguenti visite/esami, 1 sola volta all’anno:

  • mappatura nei

  • esami del sangue specifici per la tiroide

  • prove allergiche e relativa visita allergologica

  • eco-addome

  • visita oculistica

  • visita dermatologica

 Ricordiamo che per presentare le richieste di rimborso di tutte le prestazioni di “medicina preventiva” non è necessario allegare la prescrizione medica ai documenti di spesa. Inoltre, visto l’allargamento di questa tipologia di accertamenti sanitari e vista la loro importanza, l’Azienda ha ritenuto di innalzare il massimale annuale totale (per nucleo familiare) da 500 € a 750 € e di escludere i rimborsi relativi dal riparto. Perciò, ad esempio, se ci si avvarrà di strutture o medici in convenzione diretta con Caspie, l’assistito non dovrà effettuare alcun esborso (negli altri casi avverrà il rimborso totale al netto della franchigia).

Le novità introdotte saranno inserite nelle prossime settimane all’interno del disciplinare PRSM 2014.

L’Azienda ha infine proposto di istituire una Commissione Paritetica (fra Azienda, OOSS, rappresentanti dei Pensionati, Caspie) per valutare eventuali ulteriori estensioni del PRSM; prendiamo atto dell’intenzione aziendale di voler coinvolgere le OOSS nelle decisioni che riguardano questa materia ed auspichiamo che, a partire da questa circostanza, l’Azienda, in controtendenza con quanto avvenuto negli ultimi tempi, voglia finalmente aprire il confronto con le OOSS anche su altri processi e progetti che riguardano la vita dei Lavoratori, come da noi più volte rivendicato.

 

POLIZZA INFORTUNI

 Durante l’incontro l’Azienda ci ha informato che quest’anno la Polizza Infortuni collettiva (la cui circolare aziendale è di prossima pubblicazione) è stata sottoscritta con la compagnia assicurativa Generali, dopo una selezione effettuata dal broker Marsh (che gestirà i sinistri).

Le novità introdotte riguardano i massimali sia per i rischi professionali (da 1 ml di euro a 1,5 ml di euro) che per quelli extra-professionali (da 500mila euro a 750mila euro), che sono così stati adeguati alla media di mercato, e l’estensione delle garanzie accessorie:

  • copertura delle spese mediche in caso di infortunio sia professionale che extra-professionale

  • rendita triennale in caso di non autosufficienza

  • clausola di salvaguardia per il mutuo nel caso di invalidità totale

 L’intenzione aziendale è stata quella di apportare maggiori servizi con la stessa copertura economica.

Su questa materia abbiamo richiesto un ulteriore incontro per approfondire tutti i dettagli. Vi terremo quindi aggiornati.

 

Siena, 19 marzo 2014 LA SEGRETERIA FISAC-CGIL MPS

Back to top button