Bper: Inform@fisac n°2 aprile 2014

BPER, approvato il bilancio 2013 e cambio al vertice: lascia Odorici, Alessandro Vandelli è il nuovo AD
L’assemblea dei soci della Banca popolare dell’Emilia-Romagna ha approvato il bilancio 2013 e la proposta di ripianamento della perdita di esercizio (12.788.517 €) mediante l’utilizzo della riserva da utili. L’ammontare (4.630.221 €) relativo ad utili da plusvalenze non realizzati e’ stato assegnato alla riserva indisponibile.
La solidità patrimoniale del Gruppo è in crescita con il Core Tier 1 ratio all’8,57%, in aumento sia rispetto a settembre 2013 (8,43%) che a fine 2012 (8,27%). L’utile netto complessivo del periodo è di 16,1 milioni di euro. Il costo del credito è in significativa riduzione rispetto al 2012. I requisiti di liquidità sono già in linea con i minimi richiesti dalla normativa Basilea 3 e la leva finanziaria è tra le più basse del sistema. BPER è la capogruppo del gruppo che raccoglie 7 banche territoriali per oltre 1.300 filiali a presidio della quasi totalità delle regioni italiane, con circa 12mila dipendenti e 2 milioni di clienti. Sesto gruppo bancario in Italia per numero di sportelli e terzo a matrice popolare, comprende anche numerose società prodotto. L’assemblea non ha deliberato l’assegnazione di dividendi, ne’ assegnazioni al Fondo di beneficenza ed elargizioni di pubblica utilita’.
L’assemblea ha inoltre nominato sei amministratori per il triennio 2014-2016: 6.543 i votanti, che hanno espresso 17.039 voti considerando le deleghe. La ‘lista 1’ ha ottenuto 10.649 voti e cinque consiglieri: Alberto Marri, Giuseppe Lusignani (indipendente), Fioravante Montanari, Mara Bernardini (ind) e Cristina Crotti (ind); la ‘lista 2’ ha avuto 5.639 voti un consigliere di minoranza, Giovampaolo Lucifero. Luigi Odorici, amministratore delegato di Banca Popolare dell’Emilia Romagna, si è dimesso dal suo incarico. Gli succede Alessandro Vandelli, vicedirettore generale. “Luigi Odorici ha rimesso al consiglio tutte le deleghe operative a lui attribuite, cessando conseguentemente, a partire da oggi, dalla funzione di amministratore delegato”.
Alla base della decisione, “la volontà dell’interessato di favorire un’immediata assunzione del governo degli indirizzi strategici da parte di chi avrà la responsabilità di elaborare e successivamente di attuare il nuovo piano industriale di Gruppo”. Odorici è stato designato
vicepresidente della Banca, e va ad affiancare, nella stessa carica, Alberto Marri e Giosuè Boldrini.

scarica Inform@FISAC 201404II

Back to top button