Mps: Progetto credito

 

By: Edoardo Benelli – All Rights Reserved

Si è svolto oggi un incontro in cui l’Azienda ci ha informato sul progetto riguardante l’assetto del comparto del credito a livello di Area Territoriale, già definito per le strutture di Direzione Generale.

Il Responsabile dell’Area Servizi Specialistici del Credito, presente all’incontro, ci ha informato che l’obiettivo finale di questo progetto è di creare una maggiore sinergia tra le filiere appartenenti alla Direzione Generale e le strutture di Rete che operano nel credito, in modo da avere una gestione più veloce ed efficacie delle pratiche, soprattutto nella fase di delibera, ed arrivare in tal modo a ridurre il costo del credito così come annunciato nel Piano Industriale.

L’idea aziendale è quindi di dare alle Filiali/Centri un adeguato supporto nella gestione delle pratiche, soprattutto nelle situazioni più complesse, assicurando tempi certi di risposta in maniera chiara ed attendibile da parte delle filiere della DG. Il tutto in modo omogeneo su tutte le Aree.

In pratica, il metodo che l’Azienda vuole adottare per arrivare a tale risultato è riallocare le attività inerenti al credito in maniera speculare tra DG e Rete.

Questa operazione riguarda in DG le filiere delle Aree “Erogazione e Qualità del Credito” e “Gestione Credito Problematico” ed i Settori “Credito e Qualità” e “Rischio Anomalo” nelle Aree Territoriali.

L’Azienda ha tenuto a precisare che tale processo di micro-riorganizzazione non comporterà alcuna “migrazione” da/per altre strutture e che non verranno variate le autonomie deliberative.

All’interno di ogni Area per ciò che attiene al Sett. Credito e Qualità, ad esempio, il progetto prevede un seguimento geografico per Filiali e Centri (attualmente, infatti, nelle Aree Territoriali non esiste un sistema di seguimento omogeneo; in alcune è geografico, in altre è di filiera o per settore). In questo modo l’Azienda pensa di poter migliorare il supporto alla Rete che dovrebbe avere così un seguimento più preciso e puntuale.

La prima sperimentazione avverrà nell’A.T. Nord Ovest e avrà una durata di circa 6 settimane complessive.

La fase iniziale, già cominciata all’inizio di maggio, prevede una visita organizzativa per capire appieno la situazione ad oggi. Alla conclusione di questa indagine si terrà, su nostra richiesta, un ulteriore incontro con le OO.SS. per gli approfondimenti necessari, alla presenza del Responsabile della Direzione Crediti, e sarà poi messa in atto la riallocazione delle attività che avverrà entro il prossimo 15 giugno.

Sempre su nostra richiesta, sarà organizzato anche un incontro tra il D.O. dell’A.T. Lombardia Ovest e le RSA territorialmente competenti.

La seconda Area interessata dal progetto sarà l’A.T. Centro e Sardegna, a partire dal 15 di giugno.

Vi terremo aggiornati sull’evolversi della situazione. 

Siena, 13 maggio 2014 LA SEGRETERIA FISAC MPS

Back to top button