Rsa Cosenza: Così non va

By: Anastasia Massone – All Rights Reserved

E’ di ieri, in ordine di tempo, l’ultimo Lync ai Titolari tenuto dal nostro DTM De Luca alla presenza dei due Settoristi Papaleo e Palopoli. Il Lync, della durata di circa 30 minuti, è stato incentrato per dieci minuti circa sulle priorità e sugli obiettivi che ogni linea presente in Filiale deve perseguire e, per i restanti 20 minuti circa, al puro quanto subdolo terrorismo psicologico. Così non va, così non va proprio. Non è concepibile, non è ammissibile che un Responsabile di DTM, davanti a quasi tutti i Titolari e alla presenza di gran parte dei Gestori, parlando dei nuovi proprietari dell’Istituto, allo stato attuale ignoti, minacci la messa in cassa integrazione dei colleghi nell’ipotesi in cui la loro redditività procapite non sia confacente a quanto stabilito, unilateralmente, dall’Azienda stessa. Che sia ben chiaro, la situazione in cui versa la nostra Banca non è addebitabile a quanti, con spirito di sacrificio, professionalità e abnegazione al lavoro, hanno mandato e continuano a mandare avanti la baracca. Le responsabilità, i vertici, le devono ricercare negli individui che hanno male amministrato, fino a qualche tempo fa, il nostro Istituto. A tutte le colleghe e a tutti i colleghi bisogna solo dire grazie. E poi, l’incontro, anche questo annunciato con toni minacciosi, con il nostro Capo Area De Feo per dire cosa, per fare cosa. Per ingenerare, ancor di più, ansia e preoccupazioni nella collega e/o nel collega, convocato? Iniziamo, piuttosto, a risparmiare sui costi delle missioni! Che non si ripeta più, ci troverete pronti a rispondere in modo forte e deciso al clima intimidatorio che, oramai, è diventato intollerabile. Questo modo di fare è inaccettabile e, qualcuno, ne potrebbe rispondere anche in altre Aule. E’ difficile riuscire a capire che ingenerare terrore e panico tra i colleghi non li rende affatto più produttivi ma determina solo sconforto, sfiducia e avvilimento degli stessi? Noi saremo sempre e comunque al loro fianco, a difendere le loro infinite doti professionali ed umane, a difendere la loro dignità, ahinoi, troppo spesso calpestata.

16/07/2014 LE RSA FISAC CGIL – UGL – UILCA
CATANZARO- COSENZA- LAMEZIA T.

Back to top button