#Groupama: incontro del 22 settembre con Uzel

Il giorno 22/09/2014 si è svolto un incontro tra i vertici aziendali, nelle persone dell’AD Dominique Uzel, del vice DG Yuri Narozniak, del CFO Philippe-Henri Burlisson e della Responsabile DRU Carla Bellavia e le RSA in merito all’andamento economico dell’ Azienda (bilancio al 30/06/2014) e le sue prospettive.
Il dottor Burlisson ha illustrato il risultato del bilancio semestrale, che si chiude con un utile di circa 35,7 mln euro, sostanzialmente in linea con l’andamento del bilancio 2013.
Tale risultato è stato ottenuto principalmente attraverso i buoni risultati dei mercati finanziari. Per quanto riguarda invece la gestione tecnica, ci è stato comunicato che la raccolta premi del ramo RCA è diminuita a causa della riduzione delle tariffe. Nello stesso tempo si è determinato un peggioramento del rapporto sinistri/premi causato oltre che della già citata minor raccolta premi, dall’aumento del costo medio dei sinistri.
Il ramo Vita ha invece ottenuto un’ottima performance di crescita, in particolare per quanto riguarda i premi unici.
Il dr. Narozniak ha quindi illustrato il progetto “Speed up” contenente numerose iniziative, volte a migliorare l’efficienza organizzativa dell’Azienda in termini di: competitività dei prodotti, efficienza gestionale, controllo e pilotaggio, funzionamento dell’operatività aziendale (capacità di esecuzione di migliore qualità).
L’AD dr. Uzel è intervenuto per confermare l’impegno del Gruppo sul mercato italiano e l’intenzione di continuare ad investire per lo sviluppo di Groupama Assicurazioni.

Le OOSS hanno preso atto delle dichiarazioni aziendali e con particolare riferimento alle esigenze riorganizzative prospettate, hanno ribadito che il Sindacato dovrà essere sempre informato preventivamente, in ciascuna delle diverse fasi, in modo da poter valutare gli effetti che tale riorganizzazione potrebbe avere sui lavoratori.

Le OOSS hanno inoltre fermamente ribadito che tale necessità riorganizzativa scaturisce dalle scelte industriali praticate negli ultimi anni, successivi alla fusione, e non certo dall’attività lavorativa dei singoli colleghi, che invece è sempre stata improntata al massimo impegno, pur in presenza delle difficoltà di diversa natura che il Gruppo e Groupama Assicurazioni hanno attraversato negli ultimi anni.

Le OOSS auspicano che i progetti in corso portino i risultati attesi e ribadiscono che i buoni risultati non possono prescindere dal coinvolgimento dei lavoratori, che restano l’elemento centrale di qualunque organizzazione aziendale.

comunicato 22092014

Back to top button