Rsa Roma e Provincia: Il naufragio di Regata

By: cantalicia – All Rights Reserved

Ebbene si, alla fine ha fatto naufragio. Non che avesse mai veleggiato spedita, ma almeno finora aveva galleggiato. A dire il vero, nonostante la costosissima – immaginiamo – chiglia, un po’ d’acqua l’aveva cominciata ad imbarcare fin dal principio.
Se finora, coloro i quali avevano espresso perplessità rispetto al progetto erano stati giudicati degli “infedeli” rispetto al nuovo dogma aziendale, ci sembra che le ultime mosse delle funzioni commerciali della banca certifichino il definitivo accantonamento del “progetto”.
Vi ricordate i discorsi sulla trasparente comunicazione degli obiettivi? Gli obiettivi certi e non modificabili? Il piano commerciale mensile che doveva permettere una corretta programmazione (sic!) dell’attività commerciale? Le fondamentali riunioni di demoltiplica? BENE, TUTTO QUESTO NON SEMBRA ESISTERE PIU’.
Con buona pace della preziosissima (in tutti i sensi) collaborazione della società esterna che pare sia in lizza a Stoccolma per “il Nobel della Scienza” grazie a questo progetto.
A dire il vero, qualche dubbio sul reale rispetto del progetto da parte degli stessi che lo hanno pensato lo abbiamo tutti nutrito fin dal principio, a poche ore dal ’varo’ (sempre per usare termini nautici) dell’imbarcazione. Ad esempio quando le funzioni commerciali definivano il budget di regata come ‘budget minimo’.
Ma può un’azienda definire il budget ‘minimo’? A noi risulta che un budget o è certo e definito, o non è!
Ma veniamo all’oggi, dove sembra che ormai tutti i veli siano caduti. Ormai addirittura alcuni coordinatori commerciali, per “motivare” i colleghi, parlano di BUDGET ILLIMITATO, dopo che nei mesi scorsi gli obiettivi reali sono lievitati fino ad arrivare al 200% di quelli scritti sulla carta!!
Ormai la consulenza, e con lei il famigerato Advice, si è andata bellamente a fare friggere. ORA L’UNICA COSA CHE CONTA E’ L’UP-FRONT! Ma non si era detto della centralità del cliente??
CI VIENE UN ATROCE SOSPETTO: NON E’ CHE TUTTO QUESTO ABBIA A CHE FARE CON LA PROSSIMA TRIMESTRALE?
No, perché se così fosse, la sgradevole sensazione che si stia brancolando nel buio diventa fortissima…
ALLA LUCE DI TUTTO CIO’, DATO CHE PARE ASSODATO, ESSENDO STATO TOTALMENTE STRAVOLTO, CHE IL PROGETTO REGATA NON E’ STATO IN GRADO DI RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI PREFISSATI, CHIEDIAMO CHE I RESPONSABILI DELLE FUNZIONI AZIENDALI PREPOSTE PRENDANO IN CONSIDERAZIONE L’IDEA,
VISTI GLI ENORMI SACRIFICI CHE I LAVORATORI STANNO SOSTENENDO,
DI RENDERE CONTO DI QUANTO SPESO, EVENTUALMENTE DETRAENDO I COSTI DAGLI AUMENTI DELLE RETRIBUZIONI CHE SI SONO DATI E CHE NON HANNO ANCORA SMENTITO
Roma, 9 ottobre 2014          La Segreteria

Back to top button