Rsa Centro e Sardegna: È il vostro fallimento

By: wonder_jCC BY 2.0

Certo, noi tutti già lo sapevamo, non dovevano dircelo gli stress test, bastava vedere quello che succedeva tutti i giorni. Adesso però, purtroppo, è ufficiale.

Cari top manager, che tre anni fa siete venuti da lontano, per un tozzo di pane e qualche centinaia di migliaia di euro, ad insegnare a noi lavoratori come si faceva banca e a dirci che era tutta colpa nostra…

È ufficiale: avete fallito, VOI avete fallito e NOI non vi daremo più credito; non ci convincerete più a fare ulteriori sacrifici economici, a mettere da parte i nostri Diritti, il nostro grande patrimonio di valori e di professionalità, per i vostri fallimentari progetti. Non funziona più il trucchetto del ricatto: “sei fortunato che ti conservo il posto di lavoro, rinuncia a tutto il resto”. Perché abbiamo capito che così rischiamo davvero di perderlo, il posto di lavoro.

E per NOI è importantissimo il nostro lavoro, non siamo come VOI, che poi “scivolerete” su qualche scialuppa di salvataggio con le valigie piene di sonanti buonuscite per andarvene ad affondare serenamente qualche altra barca perché tanto questo sistema ve lo consente.

NOI non ve lo permetteremo: perché da oggi in poi faremo ciò che va fatto: eseguiremo le vostre direttive, naturalmente, aspettando con ansia il giorno in cui ve ne andrete; ma non ci faremo più ricattare, mortificare, annichilire dalle vostre stupide minacce. E non accetteremo mai più di calpestare la nostra dignità e di uscire dalle regole; mai più straordinari non pagati, mai più atti di vendita fasulli, mai più prodotti venduti fuori dalle normative, mai più cene, colazioni, pranzi, uscite al cinema fuori dall’orario di lavoro, mai più “masterchef” ridicoli sulla spiaggia, mai più… mai più…

E la novità è che stavolta lo faremo tutti, compatti, non provate a dividerci, non ci riuscirete.

Perché vogliamo rialzare la testa e perché tutto quello che ci avete richiesto in questi anni e per cui ci avete fatto perdere il sonno, non è servito a nulla.

Questa azienda può tornare a riconquistare il ruolo che merita: riprendiamo a lavorare come sapevamo e basta.

E lo faremo TUTTI, a cominciare da chi ha ruoli di responsabilità.

Tutti, perché chi non lo fa, a qualsiasi livello, si rende complice di questa gestione fallimentare e perché ricominciare degnamente e con la testa alta, recuperando i nostri valori e la nostra professionalità, è l’unico modo per far uscire questa banca dalle secche in cui altri illuminati top manager come VOI l’hanno portata.

P.S.: per favore, abbiate un po’ di amor proprio, smettetela di dare la colpa all’Europa “che non vi ha capito” e date invece il primo segnale che VOI avete capito. Ritirate subito la delibera con la quale vi aumentate gli stipendi e tagliatevi quelli che già percepite. Vi garantiamo che l’Europa, e non solo, apprezzerebbe molto.

Roma, 29.10.2014

 

Back to top button