Rsa Salerno: Qualcuno proprio non perde il vizio…

By: Nick JonssonCC BY 2.0

Continua l’asfissiante tartassamento effettuato dalle “funzioni commerciali” delle DTM ai danni dei colleghi ormai destinatari di indicazioni dirette sui prodotti da vendere, su quando venderli, a chi venderli e in quali quantità, senza la minima cognizione di causa delle reali esigenze dei clienti.
Come nel caso delle esilaranti riunioni in DTM o tramite Linch della Napoli Sud, con una violenza verbale nei confronti dei titolari che rasenta la denuncia alla Magistratura, con toni e parole a dir poco vergognose; interventi diretti agli addetti di filiale che, specialmente in alcune Paschi Valore, finiscono per trasformare il titolare in un mero portavoce della DTM, privandolo di ogni autonomia organizzativa che ne caratterizza il ruolo e lasciandolo come esclusivo paravento delle rimostranze di clienti e colleghi esausti! In alcune… perché ci risulta che in altre filiali il titolare purtroppo avalli e rafforzi tali pressioni!!!
Si danno disposizioni ad oras ogni giorno nuove, ora è il momento di “far credito ai lavoratori dipendenti con immediate Pef per concedere “comodo di cassa” per almeno 5.000,00 euro a chi è titolare di carta di credito, senza badare se questi (la maggior parte) ha diversi Rid di addebito in c/c per prestiti vari e/o acquisti rateali!!!!! Ma chi se ne frega… bisogna fare credito… come se non bastassero i notevoli danni prodotti per il passato da questi stessi signori e che hanno distrutto la terza Banca del Paese!!!!!!
E POI COSA NON TRASCURABILE… LE RISORSE PER TALI ATTIVITA’ SOMMATE A TUTTE LE ALTRE INNUMEROVELI INDICAZIONI GIORNALIERE DOVE SONO? LA LINEA VALORE E’ GIA’ MOLTO SOTTODIMENSIONATA IN QUASI TUTTE LE FILIALI RISPETTO AGLI NDC DA SEGUIRE… E POI A BREVE CI SARA’ L’INIZIO DELLE FERIE… Il monitoraggio è giornaliero e a nulla sono valse le rimostranze di alcuni titolari che hanno eccepito carenze di organico, sempre più ridotti all’osso.
Questa continua corsa della DTM a riempire delle caselle vuote, senza badare agli effettivi risultati sul conto economico, sembrano solo la corsa di “qualcuno” a pararsi… per le insistenti voci su alcuni riassetti aziendali all’interno dell’ Area Sud.
Si continuano a richiedere atti di vendita giornalieri per addetto come se dipendessero esclusivamente dalla volontà dei colleghi che, provetti illusionisti, fanno comparire a comando il cliente in banca e, in qualità di navigati incantatori di serpenti, fanno nascere nel soggetto
magicamente comparso, il bisogno di quello specifico prodotto reclamato al mattino dalla DTM… mah…
Chiediamo che si smetta immediatamente con questi atteggiamenti che per altro sono in assoluto contrasto con le numerose norme che regolamentano i servizi bancari a tutela della clientela (T.U.B., MIFID, Trasparenza, d.lgs. 141/2010 in tema di Tutela del Consumatore di Servizi Bancari e Finanziari, Decreto Bersani ecc.) e che possiamo solo definire come “ridicole ed inopportune sceriffate da Far West” che non solo espongono i colleghi ad enormi rischi operativi ma procurano al Monte ulteriori danni di immagine e reputazionali… Come se non bastassero gli avvenimenti che ci hanno e ci stanno sommergendo!!!!
Richiediamo un incontro urgente con il responsabile del D.O.R., dir Capuano, a chiarimento.
Concludiamo informandovi che proprio in questi giorni ci perviene “bozza” della “RISTRUTTURAZIONE RETE COMMERCIALE BMPS” (anche se le perplessità sulla scelta del “momento” restano!) dove l’Azienda “si impegna a coinvolgere le Organizzazioni Sindacali presenti nelle realtà territoriali interessate”, tornando ai vecchi metodi di coinvolgimento dei lavoratori che hanno sempre prodotto risultati sia per l’azienda che per i colleghi. La settimana prossima continueranno gli incontri (23 e 30 aprile) a Siena e vi terremo aggiornati sugli sviluppi.
Infine per quanto concerne l’ipotesi di rinnovo del CCNL nel mese di maggio si terranno le assemblee certificate per la approvazione, anche in questo caso vi aggiorneremo sulla data.
Salerno, 23/04/2015
LE SEGRETERIE RSA
EX CAPOGRUPPO SALERNO

Fabi Fisac CGIl Uilca

Back to top button