CR Cesena: guida alla previdenza complementare

L’accordo sul VAP ha stabilito quest’anno un livello minimo di quota welfare da utilizzare. Essendo le modalità di utilizzo molto rigide e fissate per legge è evidente che chi non avrà la possibilità di fruirne dovrà necessariamente provvedere a versare la quota, o l’eventuale residuo in caso di utilizzo parziale, nella propria posizione di Fondo Pensione. Non si tratta certo di un investimento sbagliato, guardando sia al vantaggio fiscale, che ai rendimenti che i Fondi hanno assicurato in questi anni, sia guardando alla prospettiva futura in cui il livello delle pensioni si attesterà a circa il 50% dell’ultimo stipendio contro l’80-85% di chi oggi riesce ancora ad avere le prestazioni pensionistica calcolate con il sistema retributivo.L’accordo sul VAP ha stabilito quest’anno un livello minimo di quota welfare da utilizzare.

CRC WELFARE FONDO PENSIONE

 

Back to top button