Groupama: tutelare i livelli occupazionali

By: Andreas Kietzmann activeSphere.net – All Rights Reserved

 Ieri è stata una giornata particolarmente impegnativa per tutti noi poichè abbiamo incontrato sia la Direzione delle Risorse Umane nell’ambito di alcune problematiche aperte, sia l’Amministratore Delegato per quanto concerne il diritto all’informazione prevista contrattualmente e sia per avere informazioni sui risultati del primo semestre. In questo particolare frangente, nel quale la Casa Madre è in difficoltà ed è impegnata a dismettere diversi assets internazionali, la nostra maggiore preoccupazione è la tutela dei livelli occupazionali. Abbiamo quindi ottenuto una dichiarazione scritta da parte del dottor Buso nella quale l’Azienda si impegna a proseguire nella politica di esodi incentivati. Il dottor Buso non ha nascosto le difficoltà derivanti dalla particolare contingenza economica frutto di logiche finanziarie difficilmente governabili, ma esprime fiducia per il futuro in quanto sono state messe in campo misure adeguate ad abbassare il rischio espresso dagli investimenti compiuti in precedenza. Infatti sono stati venduti tutti i titoli greci e buona parte di quelli portoghesi, per 45 mln di perdite. Nello stesso tempo sono stati acquistati titoli di stato italiani La semestrale evidenzia un risultato tecnico positivo – maggiore di quello del mercato –per circa 33 mln, al quale purtroppo deve essere affiancata la perdita risultante dalla vendita dei titoli esteri, dalla quale deriva, per differenza, una perdita di circa 12 mln di euro. Il dottor Buso , su nostra sollecitazione, non ha voluto sbilanciarsi circa ipotesi sul secondo semestre, viste anche le fosche previsioni sull’andamento economico del paese. Grazie all’accordo con Tercas, pare che anche il ramo Vita si stia riprendendo, soprattutto nei prodotti a puro rischio. Nonostante i risultati tecnici e le nostre pressanti insistenze, non verrà erogato il premio di produttività variabile. Motivato dall’applicazione rigida dei parametri previsti dal Cia. Il dottor Buso ci ha informato che il piano di riequilibrio dei conti, predisposto dalla Casa-madre, prosegue e, fino ad ora, ha rispettato le aspettative. Il Dr. Buso ha infine voluto rassicurare tutti smentendo voci di vendita della società, sopratutto di vendita di rami d’azienda, definendola “leggenda”. Alla fine della giornata siamo usciti dalla riunione con qualche elemento di soddisfazione per quanto siamo riusciti a concludere con la trattativa in tema di internalizzazione/esternalizzazione, ma comunque preoccupati da una situazione economica che non ci lascia assolutamente tranquilli e che monitoreremo giorno per giorno, tenendovi adeguatamente informati. Un caro saluto a tutti …. e buone ferie.

Roma 27 luglio 2012

RSA FISAC CGIL GROUPAMA

Back to top button