Iniziativa dei Cittadini Europei sull’acqua

By: Tanya Puntti – All Rights Reserved

E’ partita da alcuni mesi la raccolta delle firme per l’ICE (Iniziativa dei Cittadini Europei) per affermare che l’acqua sia considerata diritto umano universale in tutta Europa e perchè il servizio idrico non possa essere privatizzato (vedi testo in allegato). Questa ICE e la relativa raccolta delle firme, che si possono apporre su moduli cartacei o anche con la modalità on-line, è promossa dal sindacato europeo dei servizi pubblici EPSU ed è sostenuta dalla CES. Nel nostro Paese l’iniziativa vede impegnati i sindacati di categoria CGIL-CISL-UIL del settore pubblico e dell’energia e diverse Associazioni e Organizzazioni che si sono battute nella campagna referendaria sull’acqua del giugno 2011, a partire dal Forum Italiano Movimenti per l’Acqua.

L’andamento della raccolta delle firme è positivo, soprattutto grazie a risultati molto significativi che provengono in particolare dalla Germania e dall’Austria. Occorre però, come prevede il regolamento dell’ICE, raccogliere non solo complessivamente almeno 1 milione di firme, ma anche che una soglia minima (per l’Italia almeno 55.000 firme) sia superata in almeno 7 Paesi dell’Unione Europea.

La CGIL intende sostenere attivamente anche questa Iniziativa dei Cittadini Europei, con il fine che, anche nel nostro Paese, nel giro dei prossimi mesi, si raggiunga almeno l’obiettivo minimo per rendere valida l’iniziativa. In questo senso, invitiamo tutti gli organismi dirigenti delle strutture ad apporre la propria firma all’ICE sull’acqua pubblica collegandosi al sito www.right2water.eu/it

Inoltre, a partire dai primi giorni della settimana prossima, sarà disponibile sul portale CGIL il banner dal quale accedere al suddetto sito e la copia del modulo per le firme cartacee: entrambi questi strumenti saranno scaricabili in modo tale che tutte le strutture possano procedere a collocarli anche nei propri siti web.

Iniziativa dei Cittadini Europei:
Acqua potabile e servizi igienico-sanitari sono diritti umani universali!
L’acqua è un bene comune, non una merce!
Firma subito su http://right2water.eu/it

Back to top button