Gruppo Banco BPM: nuovo numero di “Lavori in Corso”

Una sola giornata di incontro, fase interlocutoria. Questi gli argomenti affrontati:

Aletti.
Azienda ribadisce che l’operazione non comporta alcun rischio occupazionale e nessun problema di mobilità territoriale, forse 1 solo caso di trasferimento. In definizione un calendario di interventi formativi per i colleghi che da BPM entreranno in Aletti: 5 giornate per i Gestori, più un ulteriore modulo di 3 giorni per i nuovi responsabili di Unit. Formazione anche per gli Addetti operativi, integrati da alcuni giorni di stage e di affiancamento.

Assunzioni.
Previste entro il 30 aprile prossimo come da accordi a suo tempo sottoscritti, azienda ha confermato l’impegno al rispetto della scadenza e del bacino di riferimento per le assunzioni costituito dai lavoratori a termine del Gruppo. Le OO.SS. hanno richiesto una rendicontazione dei contratti a termine in essere.

Condizioni Finanziarie Dipendenti.
Dopo le segnalazioni delle scorse settimane si è concordato di dedicare, nel corso di uno dei prossimi incontri, uno spazio per addivenire ad una interpretazione condivisa – se possibile – dell’accordo sulle condizioni finanziare dei dipendenti ex Gruppo Banco Popolare, nella parte che riguarda la reiterazione dell’erogazione di mutui prima casa.

Banca Ore BPM.
Uscita la circolare: sistemata per quanto maturato nel 2017, ci sono problemi nel pregresso che non ha scadenza ma che non risulta in procedura.

SGS.
Sollecitate le risposte ai dubbi e alle domande poste nel corso dell’incontro della scorsa settimana. Azienda ha solo risposto che, contrariamente a quanto avvenuto in precedenza, con questa migrazione si intendono valorizzare le eccellenze esistenti nei sistemi informativi dei due ex gruppi.

Fondo di Solidarietà.
Come già anticipato, ci sono 63 domande valide (coi requisiti) in più rispetto ai posti concordati con gli accordi. INPS, inoltre, deve ancora rispondere su circa 15 posizioni in merito alla data di pensionamento che è in ogni caso entro il 2022, anche tali domande sono pertanto valide. Con queste premesse, azienda sostiene di avere completato le graduatorie ma di non essere al momento in grado di determinare le finestre di uscita, ragion per cui la comunicazione agli interessati dell’esito della domanda e la finestra di uscita non potrà avvenire prima di Pasqua.

La prossima convocazione è prevista per Mercoledì 12 aprile e come di consueto vi terremo informati.

Fisac-CGIL Gruppo Banco BPM

– scarica il documento allegato