Banco BPM: proseguono le trattative su Aletti, assunzioni,

Mercoledì 12 aprile, una sola giornata di incontro. Questi gli argomenti affrontati:

Aletti. Pochi i passi avanti nella procedura. Le OO.SS. hanno nuovamente richiesto i dati sugli organici delle 9 nuove Unit che verranno create coi portafogli di clienti ex BPM e delle 5 Unit già Aletti ma all’interno delle quali confluiranno i portafogli di Filiali o Uffici ex BPM. Al momento Azienda è ferma sulla posizione che il tavolo deve operare in ambito di ricadute e non di organici e organigrammi.

Assunzioni. Azienda ha ribadito il fatto che sta lavorando per addivenire alle 90 assunzioni entro il 30 aprile, comunicando però che i candidati, provenienti dal bacino dei lavoratori a termine del Gruppo dovranno essere sottoposti ad una fase di assessment. Le OO.SS. hanno contestato tale modalità di selezione per coloro che da tempo lavorano nel Gruppo con profitto e apprezzamento. Come già la scorsa settimana, le OO.SS. hanno nuovamente chiesto una rendicontazione dei contratti a termine in essere (probabilmente molti più di 90 e con contratto in scadenza). In tal senso hanno espresso preoccupazione ed interesse per tutti quei lavoratori, che pur valutati idonei, non dovessero rientrare nelle 90 prossime assunzioni, che per l’azienda rappresentano solo un obbligo minimo.

Condizioni Finanziarie Dipendenti. L’incontro annunciato la scorsa settimana per analizzare la situazione dell’applicazione dell’accordo sulle condizioni finanziare dei dipendenti ex Gruppo Banco Popolare nella parte che riguarda la contestata reiterazione dell’erogazione di mutui prima casa, avverrà entro il corrente mese di Aprile.

SGS. Emersa la disponibilità aziendale per un incontro dedicato esclusivamente alle problematiche aziendali, cui parteciperanno esponenti di SGS. L’incontro avverrà a Verona con i Coordinamenti sindacali di SGS nelle prossime settimane.

Fondo di Solidarietà. In attesa delle risposte da INPS per una decina di posizioni, Azienda non è ancora in grado di completare entrambe le graduatorie previste (divise tra Quadri Direttivi e Aree Professionali) e definire quindi le finestre di uscita, ma un passo in avanti è stato fatto: a fronte delle almeno 400 uscite previste dall’accordo di Gruppo Banco BPM del 23/12/2016 per i Quadri Direttivi, le 487 domande validamente presentate, appunto, da Quadri Direttivi, sono da considerarsi tutte accolte. Ancora in sospeso, invece, la situazione relativa alle Aree Professionali, i cui numeri di accesso vanno calcolati per differenza fino al completamento delle 2.100 posizioni, considerando anche i 457 colleghi usciti o in uscita col precedente accordo Gruppo Banco Popolare del 03/11/2015 e i 585 colleghi in uscita con l’accordo Gruppo BPM del 23/09/2016. Alla luce dei fatti, la comunicazione agli interessati dell’esito della domanda e la finestra di uscita dovrebbe comunque avvenire entro il mese di aprile.

La prossima convocazione è prevista nell’ultima settimana di aprile e come di consueto vi terremo informati.

Fisac-CGIL Gruppo Banco BPM

Scarica Lavori in Corso numero 71

Back to top button