CR Cesena – Il Buco e la Toppa

Abbiamo preso visione della mail che produciamo in allegato, inviata dal commerciale lo scorso 16 maggio. Per farla breve, di fatto l’ideona che sarebbe venuta per dare a tutti quella spinta e quella motivazione commerciale che evidentemente sembra manchi nonostante i risultati conseguiti nel primo trimestre, è quella di trasformare tutti i dipendenti CRC in gestori. Nella mail infatti si dice che non sarà più necessario monitorare le campagne (argomento su cui magari torneremo in seguito) in quanto tutta la clientela sarà suddivisa fra tutto il personale di filiale, per cui, quando la suddivisione sarà operativa, ognuno dei colleghi di filiale avrà i propri CDG (ovvero i propri clienti) da contattare ogni qualvolta si parte con una iniziativa sui prodotti. Fantastico !!! Ma come mai nessuno ci aveva pensato prima ??? Forse perché, di fatto, questa iniziativa trasformando tutti i colleghi in potenziali gestori (non viene esplicitata nessuna esclusione riguardo agli argomenti da trattare con il cliente) comporta che ogni dipendente dovrà trasformarsi in un consulente a 360 gradi, avere una formazione ampia e specifica, avere anche abilitazione Ivass e, prossimamente Esma ? Sarà forse perché, avendo ancora personale che viene trasferito da una filiale all’altra poi si dovrebbe anche ragionare sul processo per prendere in carico il portafoglio ??? Sarà forse perché una decisione di questo tipo contrasta fortemente con l’attuale modello organizzativo della nostra banca, con le attuali disposizioni e regolamenti che la banca stessa si è data?? Sarà forse perché quando è stata portafogliata la clientela agli attuali gestori occorreva consentire loro di staccarsi dalle noiose incombenze quotidiane quali ad esempio aprire una cassa, lavorare del portafoglio, istruire affidamenti, chiamare la clientela che sconfina, gestire gli anticipi, seguire la contabilità, seguire il rischio anche facendo quelle noiose revisioni degli affidamenti in scadenza, seguire le adeguate verifiche, l’anatocismo e magari, nei ritagli di tempo, anche ricordarsi che esiste ancora una normativa antiriciclaggio che, tra l’altro e argomento soggetto a specifiche sanzioni per tutti, dipendenti ed azienda ?? E che quindi, se tutti quanti hanno un loro portafoglio clienti da seguire come ci si spartisce quella che, volente o nolente, resta la normale attività di una banca ?? Ma lo sanno i promotori dell’iniziativa che oggi, tra l’altro con le assenze per la fruizione delle giornate di solidarietà che sono ancora al minimo, nelle filiali dei territori di Cesena, Forlì, Faenza, Ravenna, Lugo, e zone periferiche, non abbiamo neppure un cassiere da mandare nel caso a qualcuno venisse un raffreddore?

CRC IL BUCO E ……. LA TOPPA