Banco BPM: accordo di percorso: finalmente si comincia!

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca 7 - Unisin

Nella serata di lunedì 6 novembre u.s., è stato raggiunto un Accordo di percorso per la definizione del nuovo contratto di secondo livello del Gruppo Banco BPM, passaggio fondamentale per porre le basi alla trattativa che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi, unitamente all’avvio formale della procedura di confronto tra l’Azienda e le OO.SS. per il nuovo modello commerciale – filiere “retail” e “corporate”, che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2018. Come ricorderete, il Sindacato aveva più volte rigettato questa procedura per la mancanza degli elementi essenziali; ad oggi, prendiamo atto delle prime informazioni fornite dall’Azienda, che dovranno essere implementate in corso di trattativa.

Nello specifico, per quanto riguarda il contratto di secondo livello, sono stati definiti gli ambiti prioritari delle fasi di confronto, con particolare attenzione a determinati temi quali:

Fase 1

  • bfigure professionali e inquadramenti del nuovo modello commerciale
  • mobilità e rimborsi chilometrici
  • conciliazioni tempi vita/lavoro (part time, permessi/permessi DSA, banca ore, smart working, ecc.)
  • condizioni e criteri della remunerazione variabile cd. “premio aziendale”

Fase 2

  • condizioni finanziarie e finanziamenti al personale
  • welfare (assistenza sanitaria e previdenza integrativa verranno trattati in momenti successivi)

Il confronto dovrà portare alla definizione di accordi relativi alle materie suddette entro il 31/12/2017 per la fase 1 ed entro il 31/3/2018 per la fase 2, dandosi atto che in caso di mancata positiva conclusione del confronto nei termini stabiliti, le parti si ritroveranno per cercare soluzioni condivise.

La piattaforma del nuovo contratto integrativo di Gruppo non si esaurirà con i temi sopra descritti, ma è stato importante fissare su tali aspetti prioritari i criteri e le linee guida che potranno consentire la fase di confronto tra le parti, onde addivenire ad un accordo che ci auguriamo sia il più soddisfacente possibile.

Parte quindi una trattativa molto complessa e intensa, da concludersi entro la fine dell’anno, per evitare che dall’inizio del 2018 tutte le lavoratrici e i lavoratori del gruppo restino senza un impianto di tutele normative ed economiche di secondo livello, che  riteniamo debba invece essere quanto più coerente con l’organizzazione aziendale e inclusivo, nell’ottica  di costruire un  nuovo  e condiviso senso di appartenenza.

In tale ambito, non appena concordato, le OO.SS. comunicheranno il calendario delle assemblee unitarie in merito allo

sviluppo del confronto con l’Azienda e alla sua auspicabile positiva conclusione.

Milano, 8 novembre 2017

SEGRETERIE COORDINAMENTO GRUPPO BANCO BPM

Back to top button