Mps: Risultati parziali delle assemblee sull’Ipotesi di Accordo Quadro Separato

By: CMC – Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna – All Rights Reserved

Effettuate 62 su 156 programmate al 18 gennaio

Partecipanti 3452

Votanti 3329

Favorevoli 53 (1,59%) Contrari 3150 (94,62%) Astenuti 126 (3,78%) 

Nel corso della settimana appena trascorsa abbiamo svolto le prime assemblee sull’Accordo Quadro separato del 19 dicembre scorso, che come Fisac-CGIL non abbiamo firmato.

I risultati finora raggiunti, anche se parziali poiché legati a sole 62 assemblee su un totale di 156 al momento programmate, sono molto netti.

Il numero dei Lavoratori che fino ad oggi ha partecipato è alto – i livelli di partecipazione sono in linea con quelli registrati nelle assemblee unitarie per il rinnovo del Contratto Nazionale di Categoria – in tutte le piazze presenti sul territorio nazionale e senza distinzione di attività produttiva di provenienza (Rete Filiali, Consorzio Operativo, Direzione Generale, DOR, AT).

La quasi totalità di coloro che hanno preso parte alle assemblee ha  espresso il proprio voto. Il dato della partecipazione è importante di per sé, perché dimostra ancora una volta la forte attenzione ed il grande senso di responsabilità dei Lavoratori del Monte dei Paschi nei confronti di eventi di estrema rilevanza per la vita e la storia della propria azienda di appartenenza. Tale partecipazione tra l’altro smentisce clamorosamente la tesi aziendale di un disinteresse dei Lavoratori, a partire da quelli della Rete, per quello che sta succedendo.

Il secondo dato davvero positivo e confortante è che l’assoluta maggioranza dei votanti, più del 94%, ad oggi, ha espresso opinione contraria su un’Ipotesi di Accordo che, essendo in linea col Piano Industriale dell’Azienda sul taglio dei costi, va ad escludere dal perimetro della Banca 1110 Lavoratori, esternalizzandoli senza garanzie reali, e lede pesantemente, mediante la demolizione del CIA,  diritti e salario di tutti gli altri Lavoratori della Banca.

Ricordiamo che le assemblee sopracitate,  non unitarie a causa del rifiuto da parte delle sigle firmatarie dell’Accordo Quadro di svolgerle insieme, sono aperte a tutti i Lavoratori, perché il nostro intento primario è di dare appunto a tutti la possibilità (sancita dal CCNL – art.26 –) di pronunciarsi con voto certificato su un Accordo che avrà inevitabilmente delle ripercussioni enormi e negative sulla vita di ogni Dipendente del Monte.

È quindi rilevante, per la “buona pratica” della democrazia, che abbiano partecipato anche Lavoratori non iscritti ad alcuna sigla sindacale od iscritti a sigle diverse dalla Fisac-CGIL.

A questo proposito vorremmo conoscere i dati delle assemblee che le sigle firmatarie dell’Accordo stanno svolgendo e se il voto è certificato; noi i nostri li rendiamo pubblici ogni giorno, assemblea per assemblea, riportandoli sul nostro sito internet (www.fisac.it/montedeipaschidisiena). È una questione di trasparenza e di democrazia, di rispetto delle norme contrattuali che regolano la validazione degli Accordi. 

Siena, 21 gennaio 2013                              

LA SEGRETERIA FISAC-CGIL MPS

 

Back to top button