Piano Industriale Banco BPM: la Fisac chiede chiarezza e attenzione per tutti i territori


Comunicato Stampa

Oggi 3/3 Banco BPM ha presentato il proprio Piano Industriale che prevede la chiusura di sportelli a bassa o nulla redditività ed esuberi di personale.

La Fisac/Cgil ritiene necessario che ci sia chiarezza sulle ragioni delle eventuali chiusure di sportelli anche in relazione ai processi di mobilità che si potrebbero determinare.

Lo stesso numero di lavoratrici/lavoratori in esubero dovrà essere considerato in relazione ad un progetto di sviluppo che valuteremo nei prossimi incontri.

Riteniamo che anche l’innovazione tecnologica insieme alla trasformazione digitale non è ugualmente declinata nei territori. C’è bisogno di una reale attenzione alle esigenze dei territori anche attraverso un piano di assunzioni di giovani che abbia come misura un tasso di sostituzione del 50% al netto delle uscite per altre cause che dovranno essere interamente sostituite.

Back to top button