Fruendo, transizione da completare… alla lettera

Nelle scorse settimane tutti noi abbiamo ricevuto le lettere di garanzia di Banca Monte Paschi e di Fruendo: questo è un punto dirimente in relazione alle eventuali prossime scelte di ogni collega.

Purtroppo il tutto è avvenuto in piena pandemia e questo ha sicuramente reso le cose più difficoltose e complesse.

Tutti abbiamo apprezzato la volontà e l’impegno delle Aziende, ognuna per la sua parte, di mettere la parola fine ad una esternalizzazione che ha creato contenziosi giudiziari e che di fatto crea una divisione tra i colleghi.

Questo non può giustificare certo una disparità di trattamento

Riteniamo che esistano le condizioni per proseguire il lavoro in questa azienda: sia per la sostenibilità del progetto in relazione all’accordo di servizio con Mps, sia per la prospettiva di inserimento nel gruppo Accenture.

La chiave di volta sono le due lettere di garanzia.

Per questo, dopo attente analisi e consultazioni anche legali, le segreterie di coordinamento, ben conscie del loro ruolo e della loro responsabilità, le hanno giudicate una buona base per mettere la parola fine a questa storia che si trascina da più di un lustro, certi d’interpretare la concreta speranza dei colleghi, anche di quelli ‘nativi’.

Abbiamo quindi già proposto alle parti interessate una riconsiderazione delle lettere in modo da renderne definitivamente complete ed esigibili le garanzie: rimanere in questi poli da ‘bancari’, l’attivazione di fondi almeno in linea con BMPS, garanzie occupazionali a 360° da parte di BMPS, e soprattutto un piano industriale aziendale di lunga prospettiva che illustri chiaramente il ruolo di Fruendo nel mondo Accenture.

Punti sui quali è necessaria una chiarezza straordinaria per evitare ragionamenti diversi sulla via che, a breve nel prossimo futuro, ciascuno potrebbe intraprendere. E’ una operazione complessa che ha la necessità di vedere un fronte unito, senza bisogno di avventure ma di compattezza nel rivendicare un diritto alla serenità ed alla sicurezza del lavoro che abbiamo sempre sostenuto.

E’ principalmente in ragione di quanto sopra esposto che abbiamo già avviato un confronto con il Delivery Manager Mattia Longoni e programmato un incontro con il Presidente ed Amministratore delegato della nostra azienda, Marco Massacesi, cui fa capo l’intera divisione Financial Services di Accenture Operations ICEG di cui facciamo parte.

 

Scarica il PDF

Back to top button