BPER: quale futuro per il Credito in Basilicata?

COMUNICATO STAMPA

Da mesi la FISAC CGIL sta lanciando il grido d’allarme riguardo l’abbandono del nostro territorio da parte dei grandi Gruppi bancari ed oggi, nel silenzio più assordante ed a tratti imbarazzante da parte delle Istituzioni (Regione Basilicata e Comune di Potenza) si sta concretamente verificando quanto da noi paventato.

Sulla scia tracciata dal Gruppo Intesa che ha proceduto alla razionalizzazione (CHIUSURE) della rete degli sportelli lucani (compreso quelli delle ex banche venete acquisite), hanno proseguito UBI e Bper che nei loro ultimi piani industriali hanno realizzato nell’ultimo anno la chiusura di circa 15 sportelli nel nostro territorio. Se a questi aggiungiamo le 7 filiali di Banca Popolare di Bari che chiuderanno in Regione a seguito del sofferto accordo dello scorso 10 giugno, il prossimo abbandono (23 ottobre) da parte di Bper della Filiale ubicata in quello che era il « salotto buono » del Capoluogo (seconda chiusura nella città a distanza di pochi anni di quella storica di Via di Giura), e quelle che verranno « sacrificate » nell’imminente assorbimento di Ubi da parte del colosso Intesa e Bper ci chiediamo : Quale futuro per i lavoratori del credito lucano e per l’economia della Basilicata ?

La FISAC CGIL rinnova la sua preoccupazione per le politiche aziendali che ancora una volta in favore del conto economico sacrificano la vita lavorativa e privata dei colleghi e per la conferme ulteriore del progressivo e deciso abbandono del tessuto economico di una Regione già fragile e che, anche a seguito delle problematiche legate alla pandemia del Covid 19, perderà il treno per il rilancio a causa della mancata assistenza ai cittadini e dalle piccole e medie imprese.

Abbiamo sempre ribadito il ruolo sociale del credito come presidio del territorio ma anche come mezzo di contrasto  alle economie sommerse, in particolare all’usura che cresce in maniera inversamente proporzionale allo scomparire dei presidi di “legalità economica” .

La FISAC CGIL, auspicando anche una presa di posizione delle Istituzioni locali a tutti i livelli, ribadisce con forza che sarà sempre al fianco dei lavoratori e dei territori e porrà in essere tutte le azioni possibili alla tutela del personale dipendente.

FISAC CGIL
Segreteria Regionale di Basilicata

Back to top button