Oplà n° 7 – Un nuovo inizio


OPLÀ: Primi passi


Torna all’indice
In questi ultimi giorni che precedono il Natale si sono svolti serrati incontri con l’azienda che hanno introdotto novità molto importanti e nuovi istituti finora a noi preclusi.
Mi riferisco al premio variabile da cui l’art. 82 CCNL ci escludeva mentre tutti gli altri dipendenti della Compagnia ne beneficiavano che da ora in poi potrà essere trattato nel Contratto Integrativo Aziendale, alla tutela dalla responsabilità civile e/o penale operativa nell’art 159 solo per i dipendenti del contact center, al riconoscimento dell’attività di caring, organizzativa, formativa e di supporto alla vendita non menzionata all’interno dell’art 138 che descrive l’inquadramento e le mansioni, la cui importanza non sfugge in riferimento alla valutazione globale dell’attività svolta dal dipendente che, anche in virtù della digitalizzazione, assume un ruolo nuovo.
A questo si aggiunge un potenziamento che trasforma da informativa a luogo di confronto la previsione dell’art.146, permettendoci di effettuare come rappresentanze dei lavoratori proposte più articolate ed incisive in sede di presentazione delle incentivazioni.
Di seguito riportiamo il testo dell’accordo, comprensivo di una definizione del percorso di sviluppo professionale.
A questo accordo si aggiunge quello inerente l’uso dei mezzi propri (pc, adsl, telefono) inerente il lavoro svolto da casa per il quale da novembre a marzo, mese in cui termina lo smart working emergenziale, verranno riconosciuti 220 euro che si aggiungono ai 240 già ricevuti fino ad ottobre.
In dettaglio 160 euro nella busta paga di gennaio e 20 euro in quella di febbraio e marzo come da comunicato di seguito riportato.
Sono solo i primi passi di un cammino che abbiamo avviato insieme un anno fa e che comincia a dare qualche frutto.
Abbiamo certamente molta strada da fare nelle tutele non solo economiche e dovremo farla insieme, rafforzando il valore del nostro essere vicini tra lavoratori e sigle sindacali.
Solo uniti possiamo ottenere il riconoscimento delle nostre giuste richieste.

Un caro augurio di gioiose festività ed un abbraccio forte
Buon Natale

Elisabetta Masciarelli
Coordinatrice Nazionale OP Fisac GI

VERBALE DI INCONTRO

I giorni 18, 19 e 20 dicembre si sono riuniti in modalità telematica

Generali Italia S.p.A., rappresentata dal dr. Giovanni Luca Perin, dal dr. Pierdomenico Bertolotti, dal dr. Davide Pelucchi e dall’Avv. Maria Cristina Muglia e i Coordinamenti della Rappresentanze Sindacali Aziendali FIRST/CISL, FISAC/CGIL, UILCA, FNA e SNFIA del Gruppo Generali e le Rsa di Generali Italia

premesso che

  • il Gruppo Generali rappresenta l’unica realtà nel settore assicurativo ad avere personale dipendente addetto all’organizzazione produttiva ed alla produzione;

 

  • l’Azienda riconosce la centralità di tale categoria e per tale ragione intende promuovere un progetto di evoluzione del modello organizzativo della Rete produttiva, in ottica di sviluppo e di sostegno al business attraverso un percorso definito di carriera ed una gestione volta a consolidare e valorizzare maggiormente le risorse della Rete stessa;

 

  • tale progetto è stato illustrato alle OO.SS. che, a seguito di vari confronti, ne hanno condiviso i razionali concordano quanto segue

concordano quanto segue

  1. le premesse costituiscono parte integrante del presente Verbale di Incontro;

 

  1. il nuovo modello organizzativo della Rete si basa su una evoluzione dei percorsi di carriera e formativi in ottica di specializzazione dei ruoli, in linea con le esigenze del mercato e di rafforzamento continuo delle competenze; a tal fine si intende: a) favorire l’inserimento dei giovani e il loro consolidamento nella struttura; b) focalizzare maggiormente il ruolo del Tutor e del Group Leader nella guida e nello sviluppo commerciale dei Team loro affidati, con particolare attenzione al personale di nuova assunzione ed al supporto nel mantenimento dei livelli di produttività; c) definire in modo puntuale il ruolo degli OP di III° e IV° livello con funzioni di Specialist, nonché i piani di alta formazione loro riservati per l’acquisizione delle competenze necessarie;

 

  1. ai fini di cui sopra si prevede un percorso di crescita professionale all’interno del I° livello, con progressiva acquisizione di competenze su prodotti di crescente complessità e focalizzazione del ruolo del Tutor verso un modello organizzativo orientato ai risultati del gruppo coordinato, composto – a regime – da OP di I° e II° livello. Viene altresì previsto il potenziamento della figura del IV° livello – denominato Group Leader – con l’obiettivo di garantire lo sviluppo dei risultati degli OP di zona ed il consolidamento delle risorse. Per un maggiore dettaglio del percorso e dei ruoli si rinvia all’Allegato 1 (pagina 8 slide presentazione) che si intende parte integrante del presente Verbale di

 

  1. le parti preso atto delle nuove attività svolte e di un aggiornamento dei ruoli intendono, in tal modo, procedere nel rispetto dell’attuale assetto contrattuale ed in vista del confronto in tema di inquadramenti relativi al Personale di cui alla Disciplina Speciale Parte Seconda in sede di rinnovo del CCNL, anche con verifiche semestrali su richiesta di una delle

 

  1. in ottica di maggiore coinvolgimento e trasparenza, le Parti confermano e rafforzano il percorso già in atto di informativa preventiva e confronto con le OO.SS. rispetto a quanto previsto dall’art. 146 CCNL 22.2.2017 in tema di sistema

 

  1. le Parti intendono confrontarsi in sede di trattativa per il rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale, circa il riconoscimento al personale addetto all’organizzazione produttiva e alla produzione di un premio di risultato variabile (con modalità da definire), in deroga a quanto previsto dalla disciplina contrattuale nazionale all’art. 82 lettera O contrattazione

 

  1. come previsto dal punto 5, nel contesto dell’attuale struttura organizzativa e remunerativa degli OP e delle agenzie, potrà essere ulteriormente valorizzata la qualità della relazione con la clientela e il suo continuo miglioramento grazie all’ attenzione e al “caring” della stessa; in ordine ad attività diverse dalla produzione, derivanti dall’evoluzione del modello operativo, formativo e di supporto alla vendita, anche in conseguenza della più elevata digitalizzazione dell’attività, l’azienda esprime la propria disponibilità al confronto per osservare l’evoluzione e gli impatti sul canale distributivo, anche a fronte dei rilevanti investimenti

 

  1. le parti concordano di estendere l’applicazione dell’art.159 CCNL responsabilità civile e/o penale connessa alla prestazione anche al personale appartenente all’op.

 

  1. la riorganizzazione verrà avviata subito secondo modello allegato e procederà per steps nel corso del 2021 che saranno oggetto di informazione preventiva e confronto; si prevede fin d’ora un incontro di verifica nel luglio del 2021.

 


COMUNICATO

Nella mattinata di martedì 22 dicembre le OO.SS. hanno incontrato in call l’Azienda sul tema dei ristori specifici per la rete OP in seguito all’uso che i Produttori fanno dei dispositivi personali e della rete domestica.

La discussione si è subito focalizzata sull’esigenza, condivisa da tutte le Sigle, di dare un segnale di vicinanza ai Produttori che in questi mesi hanno conseguito numeri importanti a fronte di una remotizzazione che ha comportato spese personali nella gestione del lavoro a distanza.

L’ultima erogazione di 20 € c’era stata nello scorso mese di ottobre e le OO.SS. avevano rappresentato all’Azienda la necessità, visto il permanere della remotizzazione e dello stato di emergenza, di continuare nell’erogazione del contributo ed anzi di incrementarne l’ammontare. Si è dunque ribadita la richiesta, già presentata, di 50 euro/mese.

Abbiamo perciò rappresentato all’Azienda, considerato il riconoscimento che la stessa ha fatto dell’importante lavoro e dei sacrifici sostenuti dai colleghi in questi mesi, la necessità di continuare nell’erogazione del contributo ed anzi di incrementarne il valore.

L’Azienda ha confermato l’attenzione per le dinamiche della Rete OP in un’ottica di approccio globale che va dalla tutela della salute in fase pandemica alla condivisione delle scelte sui tavoli di confronto.

Al termine della trattativa le parti hanno trovato l’accordo per l’erogazione di un contributo così articolato:

  • riconoscimento dell’importo di 20€ retroattivamente dal mese di novembre e fino al prossimo mese di marzo
  • riconoscimento di un importo una tantum di 120€
  • gli importi relativi ai mesi di novembre, dicembre e gennaio saranno corrisposti nel mese di gennaio insieme all’una tantum

Riteniamo che il risultato raggiunto, che si unisce all’accordo siglato domenica e alla prossima definizione del sistema incentivante 2021, rappresentino un importante punto di svolta verso il riconoscimento del valore e del contributo che la rete OP sta dando all’Azienda.

23 dicembre 2020

Le RSA Produttori di Generali Italia FIRST/CISL FISAC/CGIL FNA SNFIA UILCA

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6Pagina successiva
Back to top button