Banco di Sardegna: Lettera aperta al Presidente ed al DG

La misura è colma

Oggi si è tenuto un incontro di tutti i sindacalisti del Banco di Sardegna.

Le condizioni nelle quali stiamo lavorando ci hanno portato a scrivere una lettera con la quale chiediamo un incontro urgente al presidente ed al direttore generale della nostra azienda.

Troppa l’incertezza che viviamo tutti i giorni e l’approssimazione con la quale affrontiamo le nostre giornate ed il nostro prossimo futuro.

Vi chiediamo di continuare a supportarci ed a segnalarci quotidianamente le difficoltà che incontriamo.

Un virtuale abbraccio

 

di seguito la lettera appena inviata all’alta dirigenza

 

 

2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

 

SEGRETERIE DI COORDINAMENTO BANCO DI SARDEGNA

 

LETTERA APERTA AL PRESIDENTE E AL DIRETTORE GENERALE DEL BANCO DI SARDEGNA

Gentilissimi Presidente e Direttore Generale,
vogliamo rappresentarvi il malessere generale presente all’interno della nostra azienda.

L’attivo unitario di tutti i dirigenti sindacali riunitosi in data 11 gennaio 2021 ha rilevato numerose problematiche che minano pesantemente il clima aziendale.

Da diverso tempo le relazioni sindacali sono molto rare se non del tutto assenti. Troppo spesso ci si trincera dietro direttive provenienti non dalla nostra Legal Entity ma da altre realtà che, probabilmente, non conoscono la nostra storia e il nostro modo di affrontare i problemi.

La nostra storia e le nostre tradizioni in materia di relazioni industriali sono note a tutti: capacità di visione rispetto alle problematiche, metodo su come affrontarle anche partendo da punti di vista distanti e antitetici, però con pari dignità.

Ci duole rilevare che questo non sta avvenendo per una serie di circostanze, compresa ovviamente l’attuale situazione pandemica, ma ciò non deve essere preso come una scusante per scaricare responsabilità proprie del ruolo che ognuno di noi ha nell’ambito dell’incarico che ricopre.

Siamo veramente stanchi di sentire risposte attendiste, prive di qualunque volontà di soluzione.

Ci sono aspetti che riguardano esclusivamente la negoziazione aziendale al momento disattesi da parte datoriale.

Nel nostro ruolo di organizzazioni sindacali chiediamo fortemente un vostro autorevole intervento per ripristinare le corrette relazioni sindacali ed un incontro urgente con la vostra presenza nel corso del quale vi renderemo edotti di tutte le problematiche aperte e di alcune mai discusse a nessun livello.

La pazienza dei colleghi è giunta al limite.

Siamo pronti alla mobilitazione generale se non dovessero intervenire seri cambiamenti di rotta che riportino la nave Banco di Sardegna in acque più calme e non in oceani dove è molto più difficile navigare.

Si può essere bravi comandanti, ma senza la piena collaborazione dell’equipaggio la deriva è quasi certa.

Sassari, 11 gennaio 2021

LE SEGRETERIE DI COORDINAMENTO DEL BANCO DI SARDEGNA
FABI (Cabboi) – FIRST CISL (Fiori) – FISAC CGIL (Lobina) – UILCA (Mastino) – UNISIN (Zucca)

Back to top button