Banco BPM: la busta paga di gennaio

Variazioni e voci meno frequenti

Come sempre, nella busta paga di gennaio ci saranno le rivalutazioni di alcuni importi per effetto degli accordi aziendali vigenti.
A seguire vi diamo i consueti chiarimenti sulle voci meno frequenti e su quelle che hanno subito qualche variazione a seguito degli accordi vigenti.

Dal 1° gennaio 2021 entra anche in vigore la 2ª delle tre tranche di aumenti previste dall’accordo di rinnovo del CCNL 19 dicembre 2019.

AUMENTI DA CCNL

Dal 1° gennaio 2021 entra in vigore la 2ª delle tre tranche di aumenti previste dall’accordo di rinnovo del CCNL 19 dicembre 2019; che per il livello medio del 3A4L sono stati previsti nelle seguenti misure:

€ 80,00 dal 1° gennaio 2020 – € 70,00 dal 1° gennaio 2021 – € 40,00 dal 1° dicembre 2022

Nella tabella che segue riportiamo, per i diversi livelli di inquadramento:
l’ammontare dello stipendio in vigore dal 1° gennaio 2020 fino al 31 dicembre 2020, il valore dell’aumento previsto dal prossimo 1° gennaio, il nuovo valore della voce stipendio risultante da tale aumento.

ACCORDO DI FUSIONE DEL CREDITO BERGAMASCO NEL BANCO POPOLARE
(PREVISIONI PER DIPENDENTI EX-CREBERG)

EX QUOTE A e B (ASSEGNO SCORPORO VAP – 2007)
Quest’anno, con la Busta paga di gennaio, gli assegni ad personam relativi alla QUOTA A (inclusa nei conteggi ai fini del calcolo del TFR) e alla QUOTA B (esclusa dai conteggi ai fini del calcolo del TFR) non saranno incrementati.
Questo perché, rispetto al 2020, l’indice ISTAT dei prezzi al consumo preso a riferimento (“FOI” al netto dei tabacchi) è diminuito dello 0,30%.
Infine, per quanto riguarda l’assegno relativo alla QUOTA C (differenziale premio aziendale CrebergBanco stabilito all’atto della fusione), non sono previste rivalutazioni.

Infine, per quanto riguarda l’assegno relativo alla QUOTA C (differenziale premio aziendale CrebergBanco stabilito all’atto della fusione, “Assegno pers. no ass. 13”), non sono previste rivalutazioni.

* * * *

ACCORDO DI SEMPLIFICAZIONE DELLE VOCI RETRIBUTIVE
(PREVISIONI PER DIPENDENTI EX-GRUPPO BANCA POPOLARE ITALIANA)

ASSEGNO EX UTILI
Quest’anno, con la Busta paga di gennaio, l’assegno ad personam relativo a questa voce non sarà incrementato.
Questo perché, rispetto al 2020, l’indice ISTAT dei prezzi al consumo preso a riferimento (“FOI” al netto dei tabacchi) è diminuito dello 0,30%.

* * * *

LONG TERM CARE

La polizza LTC (Cure a Lungo Termine) è una copertura assicurativa per le spese economiche di assistenza a seguito della perdita di autosufficienza per infortunio, malattia o vecchiaia.
La copertura è garantita dalla CASDIC (Cassa di Assistenza Sanitaria per il personale Dipendente del settore del Credito) attraverso il contributo annuale pari a € 100 procapite a carico dell’azienda, versato ogni anno nel mese di gennaio.
NB: questo importo, che non comporta variazioni sulla retribuzione, è indicato in busta paga sotto la voce “Contrib. cassa nazionale assist. sanit.” e viene contabilizzato come contributo a forme di assistenza nella CU del dipendente diminuendo il plafond di 3.615,20 € fiscalmente deducibile.

* * * *

INFORMAZIONI SEMPRE UTILI

RICHIESTA E VARIAZIONE DELLE DETRAZIONI D’IMPOSTA
Ricordiamo a tutti che da ormai diversi anni non vanno più riconfermate a gennaio le Detrazioni d’Imposta spettanti (Lavoro Dipendente ed eventuali Familiari a Carico), ma si deve procedere solo se ci sono delle variazioni rispetto all’anno precedente.
In caso di variazione della situazione familiare, ad esempio per la nascita di un figlio o del cambio del soggetto con il reddito più elevato, il nostro suggerimento è quello di intervenire il prima possibile segnalando nell’apposita procedura le modifiche, anche in corso d’anno.
Per un controllo, o per effettuare le variazioni sopra descritte, dal Portale Aziendale andate in:

Clarity -> Suite Amministrativa -> DM People

 

SCADENZA ISEE 2020 E RICHIESTA ISEE 2021
Ricordiamo a tutti coloro che usufruiscono di prestazioni sociali legati all’ISEE (Bonus Bebé, sconti su rette di asili/scuole/università, ecc.) di attivarsi al più presto per il calcolo dell’ISEE per l’anno 2021.
Per l’elenco dei documenti o per fissare l’appuntamento vi invitiamo a rivolgervi al vostro sindacalista di riferimento o alla sede del CAF CGIL più comoda a voi.
Per i più curiosi, ricordiamo che da alcuni anni è disponibile il Simulatore ISEE sul sito dell’INPS ed è inoltre possibile fare la dichiarazione ISEE mediante modelli precompilati direttamente dal sito INPS, come già avviene per la dichiarazione dei redditi con il modello 730.

 

Milano, 21 gennaio 2021

Fisac-CGIL Banco BPM

Back to top button