Banco di Sardegna: Su riorganizzazione, allineatori e Festa della Repubblica

Carissimi colleghi,
cogliamo l’occasione per augurarvi buona Festa della Repubblica. Il 2 giugno di 75 anni fa, per la prima volta in Italia si svolse un referendum a suffragio universale. Anche le donne, per la prima volta, poterono votare in Italia. Sono passati 75 anni, ma il seme della democrazia va innaffiato costantemente. La democrazia ha sempre avuto nelle organizzazioni dei lavoratori il suo più importante e forte sostenitore.
Quest’anno il 2 giugno capita a distanza di due giorni dalla messa a terra ufficiale della riorganizzazione del Banco. Tanti tanti problemi si stanno verificando. Tanti ruoli sono stati previsti sulla carta, ma non sono stati sostanziati nella prassi. Stanno ovviamente venendo meno tanti punti di riferimento e le procedure, come al solito purtroppo, non supportano adeguatamente il nostro lavoro. Tanti colleghi nelle filiali si stanno trovando ad affrontare modelli di servizio e carichi di lavoro finora impensabili. L’ascolto attivo di chi è al servizio dei clienti e dei colleghi dovrebbe essere il metodo principale tramite il quale attuare i processi di riorganizzazione.
Alla base di tutto c’è stata una tempistica poco felice. Ma continueremo nel nostro processo di confronto costante con l’azienda al fine di trovare delle soluzioni.
Nel frattempo L’Azienda ha accettato di riconoscere ai colleghi che hanno prestato l’attività di assistenza per il programma Gemini (in presenza in unità produttiva diversa dal proprio comune di lavoro o residenza) per il periodo di allineamento del ramo di azienda UBI/UBIS, la maggiorazione di 15 euro lordi per ciascuna giornata di missione che comporti il riconoscimento di diaria.

Tale maggiorazione verrà erogata con la retribuzione del mese di Giugno 2021. Rimane comunque l’amaro in bocca per tutti i colleghi che, seppur non in presenza, hanno dato un contributo importantissimo per la buona riuscita dell’operazione. A tutti loro va il nostro plauso. Tantissimi lavoratori provenienti da UBI, per il tramite del sindacato, ci hanno fatto pervenire parole di grande stima e gratitudine per il nostro lavoro, la nostra disponibilità e la nostra professione. La solidarietà tra lavoratori si dimostra in tanti modi.

un caloroso abbraccio (si spera ancora per poco) virtuale

Back to top button