BNL – Fisac Brindisi: la misura è colma

dal sito www.fisaccgilbnl.it


Dobbiamo constatare come a tutt’oggi le nostre richieste sono rimaste inevase e anzi si è voluto gettare fumo negli occhi assumendo lavoratori a tempo determinato. Sappiamo bene che queste due risorse non risolveranno la carenza di organico che le agenzie di Brindisi e Ostuni da tempi denunciano; inoltre i carichi di lavoro e i budget sono rimasti invariati rispetto al numero dei lavoratori.

E’ proprio di queste ore la notizia che ci è stata rifiutata la richiesta di sospensione del long day, che aggrava ulteriormente il clima e la situazione delle agenzie.

Come da circolare n. 40/2018 un tempo determinato non può detenere le chiavi di una agenzia pertanto dovendo escludere dalla gestione delle chiavi i collaboratori con contratto a termine non è chiaro come garantire l’apertura della succursale durante il periodo di ferie. Oltre al fatto che, anche in presenza dell’unica risorsa con contratto a tempo indeterminato continuerebbe ad essere derogato il principio di separazione nella detenzione delle due chiavi dallas. Probabilmente verrà chiesto ai colleghi dell’agenzia madre di coprire le ferie della succursale, aggravando ancor più la situazione della sede.

Mentre le altre banche continuano con gli ingressi contingentati e su appuntamento, noi dobbiamo, con risorse sempre più esigue, fare fronte a clienti che esigono risposte veloci.

Il problema esiste e l’azienda non può fare finta di niente.

Tutti i lavoratori sono stanchi e denunciano l’intollerabile clima aziendale con cui si rischia una situazione di stallo non più gestibile e svantaggiosa per i dipendenti e per i clienti.

Per questo motivo abbiamo deciso di dichiarare lo stato di agitazione, non solo per difendere i nostri diritti e per esigere il rispetto delle regole, ma per denunciare i vostri silenzi e il lungo immobilismo che denotano un comportamento aziendale irresponsabile e dimostrano la totale mancanza di volontà a trovare soluzioni idonee.

Brindisi, 21 giugno 2021

FISAC CGIL BRINDISI

Back to top button