BPER: piccola guida per la Dichiarazione dei Redditi PRECOMPILATA

 

Piccola guida per fare la Dichiarazione dei Redditi PRECOMPILATA.


la Precompilata: sicura, economica e ti evita i controlli!!

Per accompagnare i colleghi nell’utilizzo della Precompilata 2021 abbiamo pensato a questa guida che intende offrire informazioni precise, dettagliate e semplici.

Pensiamo così di dare una mano, rendendo più agevole la compilazione della dichiarazione e supportando chi decide di trasmettere direttamente la dichiarazione attraverso la procedura online dell’Agenzia delle Entrate..

Per accedere alla dichiarazione dei redditi precompilata, sul sito dell’Agenzia, occorre avere una delle seguenti credenziali:

  • Spid, il Sistema pubblico dell’identità digitale;
  • Carta nazionale dei servizi (Cns);
  • Carta d’identità elettronica (Cie);
  • pin dispositivo rilasciato dall’Inps o dalla Guardia di finanza;
  • pin e password forniti dall’Agenzia delle entrate per l’abilitazione a Fisconline, ma solo fino alla loro naturale scadenza e, comunque, non oltre il 30 settembre 2021;
  • credenziali rilasciate da altri soggetti individuati con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate.

Nel 2021 peraltro sono presenti molte novità,  come la  detrazione del 20% del “bonus vacanze” fruito nel 2020 e delle spese scolastiche ed erogazioni liberali agli istituti scolastici e i relativi rimborsi, se comunicate all’Agenzia delle Entrate.

La dichiarazione precompilata rappresenta un cambio di paradigma nel rapporto tra i cittadini e il fisco. Prima il contribuente autodichiarava i propri redditi, gli oneri detraibili e deducibili e poi l’Agenzia li controllava.

Con la Precompilata invece i dati vengono proposti dall’Agenzia in dichiarazione e il contribuente può accettarla, integrarla o modificarla.

 Evidenziamo il fatto che i contribuenti che accettano e inviano direttamente la dichiarazione 730 precompilata dall’Agenzia senza modifiche o con aggiustamenti che non influiscono sulla determinazione del reddito e delle imposte, non sono soggetti a controlli formali sui documenti relativi alle spese indicate in dichiarazione. Questi benefici diretti si aggiungono a quelli associati all’uso del modello 730, che consente ai contribuenti di ottenere rimborsi fiscali più rapidi.  Ma anche coloro che modificano la dichiarazione precompilata tramite intermediari fiscali che appongono il visto di conformità, non sono sottoposti a controlli documentali da parte dell’Agenzia.

 E… l’eventuale rimborso fiscale arriva molto prima, direttamente in busta paga o nella pensione per chi ne ha diritto!

Ricordiamo che la detrazione della maggior parte degli oneri e delle spese scatta, dal 1° gennaio 2020, solo se il pagamento è stato effettuato con sistemi “tracciabili”, ossia tramite versamenti bancari o postali, carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.

E’ QUINDI SEMPRE PIU’ IMPORTANTE PAGARE CON QUESTI MEZZI PER POTER BENEFICIARE DEI VANTAGGI DELLA PRECOMPILATA!

Sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate troverete anche la guida completa 2021, per poter presentare agevolmente la dichiarazione precompilata e , seguendo il percorso Cittadini → Dichiarazione → Dichiarazione precompilata si può anche prendere visione di un breve video – tutorial.

https://infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/multimedia

Samuel Paganini
Segretario FISAC Ferrara

Back to top button