Firenze: Notte Rossa e il 1° maggio per il lavoro che non c’è

By: PRC Firenze – All Rights Reserved

IL PRIMO Maggio, domani. La festa del lavoro quando il lavoro che non c’è. E per questo «diventa la priorità per cui bisogna difendere quello che c’è e crearne di nuovo», come dice il segretario della Cgil di Firenze, Mauro Fuso. E’ il Primo Maggio del «brutto tempo per i lavoratori», spiega il segretario toscano della Cgil, Alessio Gramolati che ricorda come il manifesto di Santa Croce sia listato a lutto «per «ricordare – c’è scritto le vittime della crisi». Chi si uccide perché non ha lavoro chi di lavoro muore, aggiunge Gramolati.

E’ il Primo Maggio delle commesse e dei commessi che scioperano per rivendicare il diritto alla festa. Ma è anche il Primo Maggio di una nuova speranza, sottolineano Gramolati e Fuso: dell’unità con Cisl e Uil e della democrazia sindacale. Oggi le tre confederazioni si riuniscono per fare due piattaforme comuni: una per chiedere soluzioni per il lavoro al nuovo governo. Priorità peraltro ribadita ieri da Letta. L’altra piattaforma, per chiedere una nuova legge sulla rappresentanza «che assicuri ai lavoratori la libertà di scegliersi i propri rappresentanti e di pronunciarsi sui propri contratti », dice Gramolati.

Il lavoro sarà il tema dominante anche del congresso regionale, il 2 e il 3 maggio, della Cisl (che fa la spending unendo e riducendo le sue sedi, già passate da 10 a 8 in Toscana) cui parteciperanno il segretario toscano Cerza e quello nazionale Bonanni. Lavoro e democrazia, dunque, per i sindacati. Solidarietà, accoglienza e libertà per i Comitati solidali e antirazzisti di Firenze e Prato che manifestano in piazza Dalmazia, il luogo della sparatoria contro Diop Mor e
Samb Modou, dalle 15,30 a notte.

Le manifestazioni sono in maggioranza unitarie, di Cgil, Cisl e Uil). In provincia di Firenze le più affollate per tradizione sono a Empoli e a Sesto. Cortei alle 10 a Empoli, alle 10,30 a Fucecchio, «inno al Maggio» a Gambassi, cortei a Montaione e Castelfiorentino. A Sesto il concentramento è alle 10 in piazza Ginori. A Fiesole alle 10 alla Casa del popolo di Borgunto. A Barberino, dove interviene Fuso ma anche i lavoratori della Mape Tecnol si parlerà anche dei commessi dell’outlet che non chiude. Cortei a Pontassieve e Certaldo.

Nel livornese, il corteo di Venturina è alle 9,30. Nella Lucchesia, cortei a Stiava (10,30) e Serravezza (9,30). Corteo a Massa Carrara (9,30, piazza Garibaldi) e comizio con interventi anche di un lavoratore ex Eaton, di uno del commercio e di un precario. Nel senese si manifesta a Chiusdino, San Quirico d’Orcia, San Ginignano, Colle Val d’Elsa, Poggibonsi. Distribuzione di garofani a Chianciano, corteo alle 9 a Chiusi, colazione davanti alla Camera del lavoro a Pienza e poi corteo di trattori e manifestanti, Trattori in piazza anche a Agliana, Casalguidi, Lamporecchio, Larciano, Monsummano Terme e Montale. Manifestazione alle 10,30 a Abbadia San Salvatore sull’Amiata. A Pistoia il ritrovo è alle 9,45. A Prato alle 10. A Carmignano concerto alle 15,30. A Vaiano corteo alle 10,30.

Nell’aretino la Cgil manifesta da sola a Cortona, Foiano della Chiana, Lucignano, Monte San Savino. Nel Casentino, merenda e ballo (15,30) a Capolona Pineta di Busseto. Nel Valdarno, visita alle miniere di Castelnuovo dei Sabbioni (Cavriglia) alle 15 e musica alle 17. A San Giustino (Loro Ciuffenna), merenda, banda e ballo dalle 15,30. Divise Cgil e Cisl nel pisano: a San Miniato, Montecalvoli e Pomarance. Infine, molti musei statali aperti domani in Italia ma non gli Uffizi e l’Accademia: mancava l’adesione volontaria di un numero sufficiente di lavoratori.


Martedì 30 Aprile, la Camera del Lavoro di Firenze, apre a tutti per la NOTTE ROSSA 2013.
Aperitivo per tutti, musica, mostre e dibattiti per il sindacato di oggi e di domani.

Programma

Alle ore 19.00 – Presentazione del volume “Organizzare i non organizzati – Pratiche per il sindacato del futuro.
Con Ilaria Lani, Responsabile Politiche Giovanili Nazionale della CGIL
e Mauro Fuso , Segretario Camera del Lavoro di Firenze. Coordina Giuseppe Martelli.
Alle ore 21.00 – 1° Visita guidata del Palazzo Peruzzi, sede storica della Camera del Lavoro di Firenze
Alle ore 22:00 – Concerto Sax nella Corte dei Peruzzi
Alle ore 23.00 – 2° Visita guidata alla Camera del Lavoro di Firenze

Alle ore 24:00 – “La festa non si vende, si vive” –
Campagna della Filcams Cgil contro le liberalizzazioni selvagge degli orari commerciali

Dalle 20.00 in poi…
Aperitivo con buffet
Precarietà in mostra: Le Porcellane della Ginori
Dj Marco Gagliano ( Resident DJ Villa del Colle)
Sportello * Atipico, per consulenze sindacali “serali”
Raccolta Firme per la campagna ” Io riattivo il lavoro” ( per il riutilizzo dei beni confiscati alla mafia)

info: www.plasfirenze.it

Back to top button