Assegno unico e universale 2023

Dal 1° marzo 2023 coloro che nel corso del periodo gennaio 2022 – febbraio 2023 avessero presentato una domanda di Assegno unico e universale (accolta e in corso di validità) non dovranno presentare una nuova richiesta, ma beneficeranno dell’erogazione d’ufficio da parte dell’INPS (che utilizzerà i dati forniti in precedenza).

I richiedenti dovranno tuttavia comunicare eventuali variazioni delle informazioni precedentemente inserite nella domanda di Assegno unico trasmessa all’INPS prima del 28 febbraio 2023 (ad esempio: nascita di figli, variazione/inserimento della condizione di disabilità, separazione, variazioni IBAN , maggiore età dei figli), integrando tempestivamente la domanda già trasmessa.

MA ATTENZIONE!

Per la quantificazione dell’Assegno Unico e Universale permane l’obbligo di rinnovo dell’ISEE entro il 30 giugno 2023, con riconoscimento degli arretrati spettanti da marzo 2023. In assenza di un nuovo  ISEE entro il 30 giugno 2023, l’importo dell’Assegno unico sarà calcolato a partire da marzo 2023 con riferimento agli importi minimi previsti.

 Coloro che invece non hanno mai fruito dell’Assegno unico e coloro avevano, prima del 28 febbraio 2023, trasmesso una domanda che non è stata accolta o che non è più attiva, potranno presentare domanda di Assegno Unico entro il 30 giugno 2023 presso il nostro CAAF contestualmente alla compilazione del nuovo ISEE.

Per maggiori approfondimenti qui trovate la nota dettagliata della CGIL nazionale che fa riferimento alla Circolare INPS n° 132 del 15-12-2022

COS’E’ L’ISEE     –       QUALI DOCUMENTI SERVONO

PRENDI APPUNTAMENTO AL CAAF

E’ possibile prendere l’appuntamento per l’ISEE 2023 in autonomia, registrandosi su cgilonline.it oppure inviando una richiesta attraverso il seguente link e ricordando che si può scegliere qualsiasi sede CAAF CGIL della Toscana.

In alternativa, è possibile scaricare l’APP CGILOnLine da Apple Store o Google Play.

Siamo comunque a disposizione al numero verde 800730800 (da fisso) al numero 199100730 (da cellulare) oppure alla casella di posta callcenter@caaf.tosc.cgil.it

Per aver garantita la gratuità del servizio, attraverso il proprio codice fiscale, è possibile chiedere all’operatore del CAAF di controllare l’iscrizione alla FISAC CGIL di Firenze, anche in caso di smarrimento o mancata ricezione della Tessera 2022. Le tessere 2023 sono in corso di stampa.

Back to top button