Bnl: Newco, la prima questione sul tavolo

Dopo l’accoglimento da parte della Banca delle “precondizioni” poste dalle scriventi OO.SS. per iniziare la discussione sulla procedura relativa alla nuova riorganizzazione aziendale ed al costituendo consorzio New Co, in occasione dell’incontro di approfondimento svoltosi nei giorni scorsi, l’Intersas ha posto sul tavolo una questione che riveste fondamentale importanza per il proseguimento della trattativa.
E’ indispensabile, infatti, prevedere tutele che garantiscano la continuità del rapporto di lavoro per gli occupati di oggi e di domani, attraverso “clausole di salvaguardia”.
Quindi, attraverso il c.d. collegamento societario il Consorzio dovrà rimanere all’interno del perimetro del Gruppo BNL, BNL e le altre società del Gruppo BNL/BNPP conferenti dovranno impegnarsi ad assegnare esclusivamente al medesimo Consorzio tutte le lavorazioni relative alle funzioni conferite in modo da garantirne l’attività. In caso di cessione, fallimento, crisi economica e finanziaria, perdita del controllo societario, messa in liquidazione ed in caso di eventuale eccedenza di personale, dovrà essere assicurato il ricollocamento dei lavoratori in primis nel Gruppo BNL e in subordine nelle altre aziende
del Gruppo BNPParibas che applicano il contratto del credito, territorialmente più vicine alla preesistente sede di lavoro.
In assenza di risposta positiva alle richieste presentate, l’intersas si vedrà costretta a sospendere la trattativa in corso e ad attivarsi affinché venga proclamato lo stato di agitazione nelle società del Gruppo BNPP coinvolte nell’operazione Piano Italia.
Roma, 24.3.2014
Segreterie di Coordinamento Nazionale
DIRCREDITO FABI FIBA/CISL FISAC/CGIL SINFUB UILCA
Banca Nazionale del Lavoro

Scarica comunicato

Back to top button