Gruppo Bnl: il punto della situazione

Mentre è in corso la trattativa relativa al Piano Italia (riorganizzazione BNL e conferimento attività alla costituenda New.Co.) sono stati definiti con la Banca alcuni argomenti quali: mutuo prima casa = in risposta alle reiterate richieste avanzate dalle scriventi OO.SS. nei giorni scorsi è stato concordato che il tasso agevolato per l’erogazione del mutuo prima casa continuerà ad essere al 2%, quindi senza limite temporale; riconoscimento per il 25° anno di servizio = è stato firmato l’accordo con il quale vengono disciplinate le modalità di attribuzione del premio per i 25 anni di effettivo servizio al personale che raggiunge questo traguardo durante il 2014.
Per quanto riguarda la procedura: la prevista chiusura del PAC di Verona non comporterà il preannunciato trasferimento dei lavoratori al PAC di Mestre. L’azienda ha infatti accettato di implementare con nuove lavorazioni il sito di Verona, le quali saranno successivamente conferite alla New.Co; la New Co sarà costituita nel mese di giugno e sarà operativa dal 1° di ottobre p.v. sospesa, su richiesta dell’Intersas nazionale, l’applicazione dell’orario prolungato di apertura nelle agenzie in cui questa era prevista. Una volta conclusa la trattativa si aprirà un confronto tra azienda e sindacato sugli approfondimenti che l’argomento richiede.
Inoltre, con l’avvio della procedura anche in Findomestic è stata definita la confluenza del sito di Bari in BNL, con la conseguente modifica di perimetro della Banca e sono state identificate le attività e relative sedi geografiche, che saranno conferite alla New.Co.
Altri argomenti sui quali proseguirà il confronto tra l’Intersas nazionale e la Banca riguardano, tra l’altro, le garanzie occupazionali per i lavoratori e le lavoratrici che migreranno nella New.Co. e la tipologia di contratti per le future assunzioni.
Si tratta di argomenti che per l’importanza che rivestono, richiedono ulteriori approfondimenti, tali da convincere l’azienda ad un prolungamento dei tempi di trattativa che vanno oltre quelli previsti dal CCNL.
Roma, 6 maggio 2014
Segreterie di Coordinamento Nazionale
DIRCREDITO FABI FIBA-CISL FISAC-CGIL SINFUB UILCA Banca Nazionale del Lavoro

Scarica comunicato

Back to top button