Ordine del Giorno su raduno neonazista

I componenti dei Direttivi Fisac-Cgil Lombardia e Milano nel dare la loro piena e convinta adesione al presidio anti-nazista di sabato 29 novembre 2014 in Piazza Mercanti a Milano (dalle ore 14) si uniscono a tutte le associazioni ed ai singoli cittadini che insieme all’ANPI hanno chiesto al Prefetto di Milano di VIETARE il raduno neonazista internazionale denominato hammerfest che si dovrebbe svolgere a Milano o in Provincia nella serata di sabato 29 novembre.

Con la copertura di un raduno pseudo-musicale la parte peggiore della destra neonazista europea con la propria sgraditissima presenza rischia di macchiare in maniera indelebile la nostra città (medaglia d’oro della Resistenza) ed il nostro paese, che vanta una più che degna Costituzione Repubblicana figlia della Resistenza.

La cosiddetta parte musicale prevede l’esibizione di gruppi tedeschi, ungheresi, italiani ecc. i cui testi inneggiano al razzismo, alla purezza della razza ariana, all’odio contro gli immigrati, all’antisemitismo. Nessuna tolleranza e nessuna sottovalutazione: bisogna reagire fermamente per stroncare sul nascere ogni possibile rigurgito nazista o fascista.

Da stigmatizzare inoltre e con forza il pericolosissimo precedente di sdoganamento operato dal capo della lega salvini che solo alcune settimane fa ha sfilato per la città a braccetto con i loschi figuri di casa pound. Anche per lui nessuna tolleranza poiché con i suoi comportamenti sta mettendo a repentaglio la già precaria e difficile convivenza civile in questo paese.

Ribadiamo quindi la nostra richiesta al Prefetto di Milano affinché vieti lo scempio neonazista e chiediamo a tutte le Rsa Fisac Credito e Assicurazione di partecipare al presidio di sabato 29 alle ore 14 in piazza Mercanti.

 

Milano, 28 novembre 2014

Back to top button