Lombardia: Bancari, continua la mobilitazione… comunicato unitario sul presidio

Ieri 18 marzo 2015 dalle 11 alle 13 si è tenuto un presidio delle Organizzazioni Sindacali di Milano e della Lombardia della categoria bancari a sostegno della trattativa di rinnovo del CCNL nel settore del credito (vedi gallery dei presidi di Milano e Roma).

500 rappresentanti sindacali di tutte le sigle hanno animato la piazza con canti, musica e slogan, alternati da interventi di delegati sindacali di tutti i livelli delle diverse Organizzazioni. A questo folto drappello si sono aggiunti, anche lavoratrici e lavoratori, oltre che cittadini comuni che hanno condiviso le ragioni di tale iniziativa.

Contratto! Contratto! Contratto! questa la richiesta che è salita forte da tutta la piazza e che ha attraversato tutti gli interventi dove , in sintesi, si sono individuati questi “perché” :

  • perché alle lavoratrici e ai lavoratori del settore creditizio sia riconosciuto il sacrosanto diritto a vedere rinnovato il contratto nazionale di lavoro. Oggi lavoratrici e lavoratori non possono essere  i soli a pagare gli effetti nefasti della crisi e delle scelte operate a livello comunitario e nazionale nel settore;
  • perché vogliamo il mantenimento del CCNL e delle tutele collettive vigenti per tutti, aprendo prospettive di lavoro stabile per i giovani;
  • Perché il CCNL  è la migliore difesa dell’occupazione e dell’Area Contrattuale come importante presidio contro le esternalizzazioni;
  • perché vogliamo il riconoscimento del potere d’acquisto dei salari;
  • perché il bancario non è un banchiere, è un lavoratore con una propria dignità che va difesa e salvaguardata contro l’egoismo dei banchieri a fianco dei clienti e dei risparmiatori;
  • perché vogliamo una banca diversa al servizio del Paese per favorire la crescita, per aiutare le famiglie e lo sviluppo delle PMI che sono la vera risorsa dell’Italia.

La trattativa è entrata in una fase delicata, ABI deve cambiare atteggiamento e il primo segnale deve essere il ritiro della minacciata disdetta e successiva disapplicazione del vigente CCNL dal 1 aprile 2015.

Le Organizzazioni sindacali non abbasseranno la guardia e sono pronte a proseguire la mobilitazione, forti del sostegno di tutti i lavoratori e le lavoratrici.

Milano, 19 marzo 2015

Le Segreterie Milanesi e Lombarde 

DIRCREDITO – FABI – FIBA/CISL – FISAC/CGIL – SINFUB – UGL Credito – UILCA – UNISIN

18 marzo 2015 – Presidio CCNL Bancari continua la mobilitazione def

 

Back to top button