Le immagini del presidio che si è svolto oggi. Leggi l’approfondimento e il comunicato stampa.


1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

Mobilitazione Continua

È la prima di una serie di attività del 2019 messe in campo per far capire alla proprietà che è il caso di chiarire i suoi progetti futuri ai propri veri stakeholders: i lavoratori.

Basta! All’approssimazione nell’attuazione di riorganizzazioni che staccano la Banca dal tessuto sociale e allontanano i colleghi dai clienti!

Basta! All’arroganza di interessato alla sopravvivenza degli istituti di credito e sempre più orientato a guadagni di breve periodo!

Basta! Al depauperamento della rete di vendita che porta i colleghi a doversi fare carico di rischi sempre più gravosi e sproporzionati!

Basta! Ai sacrifici dei lavoratori a fronte degli incrementi premi dei Manager!

I lavoratori di BNL, con grande spirito di responsabilità, hanno già affrontato per il rilancio della banca in cui credono, grossi sacrifici economici (giornate di solidarietà, blocco degli inquadramenti, eccetera).

Anziché aspettare e far finta di nulla, per poi dover discutere fra poco tempo di ulteriori crisi occupazionale, riteniamo doveroso portare la proprietà e il top management ad assumersi le proprie responsabilità e dichiarare chiaramente gli obiettivi strategici futuri!

Il tempo dei “furbetti del quartierino” è passato, ma è il caso che la proprietà ed il management prendano coscienza della realtà per come essa è e non come la si vuol rappresentare.