Carige: non sulla pelle delle lavoratrici e lavoratori

Con il presidio di oggi vogliamo ribadire la nostra vicinanza e sostegno a tutte le lavoratrici e lavoratori di Banca Carige.  Siamo assolutamente consapevoli della complessità della vicenda e dei delicati risvolti sistemici connessi alla Sua risoluzione.

Non assumiamo pregiudiziali rispetto alle possibilità oggi sul tavolo, tuttavia ribadiamo con forza la nostra contrarietà verso qualsiasi operazione di macelleria sociale, e verso ogni decisione che determini impatti negativi sugli assetti occupazionali e sulla mobilità territoriale.

Come Fisac Cgil e come sindacato unitariamente crediamo che gli strumenti legislativi e contrattuali oggi disponibili possano portare ad una positiva definizione della vicenda.

Occorre lavorare perché si definisca una soluzione che possa riconsegnare Banca Carige al territorio e alle lavoratrici e ai lavoratori in condizioni di sostenibilità per il territorio stesso per i lavoratori tutti  e per il Paese.

Il Segretario Generale Fisac Cgil  Giuliano Calcagni



Il Fatto Quotidiano

Primocanale.it