Inform@fisac dicembre 2017

Segreterie di Coordinamento Aziendale di BPERBANCA

 

AZIENDA E SINDACATI HANNO FATTO IL PUNTO…
C’E’ MOLTO DA FARE!!!!

 

Oltre agli incontri di gruppo, si sono svolti a Modena due giorni di intenso confronto sindacale con l’Azienda in merito a rilevanti tematiche quali: contratti di Somministrazione, Part-time, Filiali Cash light, Dimensionamento organici, Contact Center oltre a incontri istituzionali con i rappresentanti di Unisalute, Arca Sgr e Previbank.

La discussione si è accesa da subito, sul tema dei lavoratori Interinali sviluppando un serrato confronto sul loro destino perché i dati presentati (54 assunzioni su 200 impiegati al 31/12/2016) sono stati dalle OO.SS. considerati insufficienti e sono stati richiesti ulteriori approfondimenti.

Le OO.SS. hanno ribadito la necessità di verificare la puntuale applicazione degli accordi siglati a qualsiasi livello (Aziendale, Gruppo, Nazionale).

E’ emerso chiaramente ed è stato evidenziato, come le attuali condizioni di lavoro possano indurre i colleghi e l’azienda stessa a forzare o non rispettare pienamente le normative, le circolari o gli accordi sindacali siglati.

Ribadiamo quindi che nello svolgimento quotidiano dell’attività lavorativa vadano rispettate rigorosamente le disposizioni di cui sopra, onde evitare di incorrere in sanzioni.

Nel corso del confronto le OO.SS. hanno evidenziato come sempre più frequentemente le attuali condizioni di lavoro (organici insufficienti, politiche commerciali sempre più aggressive…) inducano i colleghi a lavorare in condizioni stressanti, compromettendo anche, in alcuni casi, l’esito corretto del loro operato, incorrendo in errori.

A tal proposito anche su segnalazione dei lavoratori è stato stigmatizzato l’aumento delle contestazioni disciplinari.

A tal proposito il dimensionamento degli organici è stato motivo di accesa discussione tra le parti e mentre le OO.SS. esprimevano grande preoccupazione per le condizioni di lavoro che ne derivano, l’azienda ribadiva come una verifica definitiva sugli organici andrà fatta a fine piano industriale, pur ammettendo che in alcune Direzioni Territoriali il problema già esiste.

Altro tema particolarmente sentito: il Part-time. L’azienda ci ha rappresentato la crescita in termini assoluti in BPER, ma come OO.SS. abbiamo evidenziato le molte criticità ancora perduranti, in particolare: il metodo del rinnovo è in contrasto con gli accordi vigenti (i rinnovi, salvo diversa richiesta del lavoratore o eccezionali esigenze organizzative aziendali, sono automatici per 2 anni e quindi NON NECESSITANO di nuove richieste/autorizzazioni); tale metodo da luogo ad atteggiamenti costrittivi atti a scoraggiare le nuove richieste.

Passando all’esame delle Filiali Cash light, le OO.SS. hanno proposto la possibilità di impiegare colleghi Part-time, su base volontaria, nel ruolo di cassiere ed inoltre hanno denunciato la disapplicazione di quanto previsto dal progetto originario con operazioni oltre l’orario previsto e mancato riconoscimento della maggiorazione dell’indennità. L’azienda ha, per il momento, escluso questa possibilità per proprie esigenze organizzative, riservandosi ulteriori approfondimenti sul rispetto dell’orario dei cassieri.

Nell’affrontare il tema dei lavoratori del Contact Center abbiamo rilevato immediatamente una diversa interpretazione delle norme vigenti relativamente all’organizzazione attuale dell’ufficio. A differenza dell’azienda, le OO.SS. sostengono che le norme che regolano l’attività dei lavoratori del Contact Center siano ricomprese all’interno del contratto Nazionale (normativa video terminalisti, pausa pranzo, tickets, turni). Sull’argomento è in atto un approfondimento con le con le strutture Sindacali Nazionali.

Negli incontri con i Rappresentanti dei Fondi Pensione Integrativi (Arca e Previbank) e della Polizza Sanitaria Unisalute sono state fornite diverse informazioni anche sulla base delle richieste sindacali; in particolare, in merito alla Polizza Sanitaria, abbiamo evidenziato le criticità segnalateci dai lavoratori sulle quali il Rappresentate di Unisalute si è impegnato a fornire risposte puntuali.

Su tutte le suddette materie le Organizzazioni Sindacali seguiranno con attenzione gli sviluppi e in particolare le soluzioni che l’Azienda intenderà adottare per risolvere i numerosi problemi rappresentati.

Chiediamo a tutti i Colleghi di informare, come sempre, i propri rappresentanti sindacali su eventuali situazioni anomale o irregolari di cui dovessero venire a conoscenza.

Modena, 20 novembre 2017

 

Segreterie di Coordinamento Aziendale BPER
FABI – FIRST/CISL – FISAC/CGIL – UILCA – UNISIN

Pagina precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13Pagina successiva
Back to top button