Mps: Accordo lavoro agile.

1 - Fabi 2 - First Cisl 3 - Fisac Cgil 6 - Uilca Unisin nuovo logo

Abbiamo raggiunto ieri un’intesa programmatica sul ricorso al lavoro agile, effetto concreto del nostro intervento di sospensione delle relazioni sindacali, teso ad ottenere un modello di interlocuzione affidabile e adeguato alla migliore tutela dei Lavoratori; pur valutando positivo il riscontro alle nostre richieste, la nostra azione rimane comunque fortemente determinata dall’esigenza di un’interlocuzione con l’Azienda che garantisca sempre le adeguate tutele lavorative e compatibilità dei tempi di vita\lavoro a tutti i dipendenti, particolarmente nell’attuale situazione di emergenza sanitaria.
In questo contesto, l’intesa realizzata, che riconduce alle previsioni dei preesistenti accordi aziendali sul tema (4 giorni al mese ripartiti di norma 1 giorno a settimana) viene estesa a tutti i dipendenti della banca, compresi tutti i ruoli della rete commerciale, con garanzia di accesso a richiesta degli interessati per:

  •  i genitori, anche affidatari, di figli nati dal 1/1/2006, in alternanza o il padre o la madre;
  •  i dipendenti nelle condizioni di “fragilità” di cui all’Accordo del 12.05.2020 (con disabilità in situazione di gravità, personale o relativa a persone nel nucleo familiare, particolari situazioni di salute opportunamente certificate, convivenza con figli o genitori in stato di immunodepressione congenita o acquisita, patologie croniche o con multimorbilità, ultrasessantenni);

I 4 giorni al mese sono suscettibili di ampliamento in coerenza con la recente decretazione in emergenza Covid; l’accordo ha validità fino al 31 luglio 2020.
Riteniamo che, in un momento in cui la gestione familiare risulta particolarmente gravosa e di difficile programmazione, l’estensione del perimetro di fruibilità del Lavoro agile, offra alle Lavoratrici e ai Lavoratori garanzie certe ed  esigibili a tutela della genitorialità e della fragilità.
L’intesa programmatica sottoscritta fungerà inoltre come base per l’avvio di un confronto contrattuale sul tema dello Smart Working – da definire entro il mese di ottobre 2020 – teso a recepire le novità introdotte in materia dal CCNL, armonizzandole con la normativa aziendale.

____________________________

L’Azienda chi ha comunicato anche che dal 22 giugno, dopo aver completato l’analisi di tutta la rete commerciale, stabilendo quanti e quali posti di lavoro possono essere occupati dai colleghi nel rispetto del distanziamento sociale e tenuto conto anche della presenza in filiale dei clienti, intende ripristinare l’operatività ordinaria di filiale; per quanto attiene ai grandi plessi di strutture centrali, è tuttora in corso la mappatura degli spazi e l’individuazione dei posti di lavoro agibili dai dipendenti nel rispetto del distanziamento sociale.
Siena, 17 giugno 2020

LE SEGRETERIE


ALLEGATO: Intesa sul Lavoro Agile

Back to top button