La CGIL nel Novecento: newsletter di luglio 2018

30 giugno – 8 luglio 1960: manifestazioni antifasciste a Genova, Roma, Palermo, Reggio Emilia. Le parole di Pertini, Natoli, Pasolini, Amodei

Pertini, 40 anni fa l’elezione del “presidente degli italiani”. Partigiano e membro dell’Assemblea costituente, l’8 luglio 1978 diventava settimo presidente della Repubblica eletto con 832 voti su 995, la maggioranza più larga della storia repubblicana

14 luglio 1948, l’attentato a Togliatti
14 luglio 1948, lo sciopero generale colpì Di Vittorio all’improvviso
Il fattaccio di via della Missione, abbiamo letto il libro di Graziella Falconi

A proposito di parità
Per iniziativa di Teresa Noce nel maggio 1952 viene presentato alla Camera il progetto di legge per l’«Applicazione della parità di diritti e della parità di retribuzione per un pari lavoro». L’accordo sulla parità di retribuzione tra donna e uomo sarà raggiunto il 16 luglio 1960 relativamente ai soli settori industriali (le donne otterranno la parità salariale in agricoltura nel 1964). Nel 1958 era stata intanto approvata la legge sulla tutela del lavoro a domicilio, mentre sono del 1963 le leggi che vietano il licenziamento delle donne in caso di matrimonio e l’ammissione delle donne ai concorsi per entrare in magistratura

19 luglio, ricordando Paolo Borsellino

23 luglio, ricordando Nella Marcellino

I NOSTRI SPECIALI

La Cgil nel novecento: l’Archivio storico Cgil nazionale dalla carta al web,  in “Clionet. Per un senso del tempo e dei luoghi”, 2 (2018) [10-07-2018]

Per la Formazione a distanza è on line il corso Bruno Trentin, l’utopia quotidiana, disponibile per tutti attraverso la piattaforma web dedicata http://fad.cgil.it/.
Il percorso formativo si apre con un video-intervento del segretario generale Susanna Camusso che spiega obiettivi e finalità del corso; seguono un’introduzione, 8 moduli tra di loro indipendenti (➭ I primi anni; ➭ Il rientro in Italia, la Resistenza e l’ingresso in Cgil; ➭ Il sindacato dei consigli; ➭ La politica contrattuale; ➭ La formazione permanente; ➭ Il sindacato dei diritti, della solidarietà e del programma; ➭ Il lavoro, la conoscenza e l’organizzazione del lavoro; ➭ Il sindacato, la politica e l’Europa), due focus (Focus 1: L’ultimo discorso: precarietà e lavoro e Focus 2: Dallo Statuto alla Carta dei diritti) e un’importante appendice documentaria. Per maggiori informazioni: «Bruno Trentin, l’utopia quotidiana»: l’ultimo nato in Cgil

E’ on line la mostra BiblioMarx. Edizioni italiane, a cura dell’Archivio storico CGIL nazionale e della Fondazione Gramsci, con il contributo delle fondazioni Giangiacomo Feltrinelli e Lelio e Lisli Basso. La mostra è disponibile in italiano ed in inglese ed è resa fruibile attraverso la piattaforma tecnologica Google Arts & Culture, sviluppata da Google – disponibile sul web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l’app per iOS e Android – per permettere agli utenti di esplorare opere d’arte, documenti, video e molto altro di oltre 1.000 musei, archivi e organizzazioni che hanno lavorato con il Google Cultural Institute per trasferire in rete le loro collezioni e le loro storie.

RASSEGNA STAMPA: 
“Una mostra virtuale, realizzata attraverso una piattaforma digitale disponibile sul web da laptop e dispositivi mobili, o tramite l’app per iOS e Android. È «BiblioMarx. Edizioni italiane», la mostra bibliografica realizzata in occasione del 200 anniversario della nascita del Moro dall’Archivio storico Cgil e dalla Fondazione Gramsci, con il contributo delle Fondazioni Feltrinelli e Basso, disponibile on line – in italiano e in inglese – sulla piattaforma Google Arts e Culture. Da «La sacra famiglia» alle «Teorie sul plusvalore», dal «Manifesto» al «Capitale», da «II 18 brumaio di Luigi Bonaparte» a «II signor Vogt», cento immagini raccontano la fortuna editoriale della produzione marxiana in Italia dalla fine dell’800 al XXI secolo. Se la mostra si apre con «La Sacra famiglia» – fu l’inizio della collaborazione tra Marx ed Engels, il primo documento a essere riprodotto è «II Manifesto del Partito comunista», pubblicato in Italia nel 1893 (dopo edizioni incomplete o disapprovate da Engels uscite tra il 1889 e il 1892). La selezione dei volumi è a cura di Dario Massimi per la Fondazione Gramsci, Vittore Armanni per la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Maurizio Locusta per la Fondazione Lelio e Lisli Basso; i testi sono di Giordano Nardecchia, l’elaborazione grafica delle immagini di Anna Bodini, il coordinamento scientifico di Francesco Giasi e Ilaria Romeo”, da Il Manifesto, 19 luglio 2018